Vivere la casa con stile

Tag tableware

“W” come Wedgwood

di Laura Tasso La storia di Wedgwood comincia in Inghilterra nel 1759, quando Josiah Wedgwood, aprì una bottega di ceramista a Burslem, nello Staffordshire. I suoi esperimenti con l’argilla lo portarono a creare nel tempo la creamware, una terraglia color crema che ebbe successo persino presso la regina Charlotte, e da allora è conosciuta con il […]

Continue reading...

Mise en place provenzale

Atmosfere semplici, fresche e romantiche, colori tenui e armoniosi che tendono alle tonalità pastello. Stiamo parlando di una mise en place in stile provenzale che richiama il sud della Francia, il sole e il profumo delle distese di lavanda. E’ il tipo di apparecchiatura giusta per la primavera in una bella giornata di sole. Come […]

Continue reading...

Questione di grip

Eppur (non) si muove! Magic Grip è la pratica tecnologia messa a punto dal brand tedesco Kahla per assicurare che la vostra porcellana non finisca mai per terra. Ogni pezzo è fornito, sotto la base, di un filo in silicone, di colore nero nella linea Cucina e bianco in quella da Tavola, che lo rende  […]

Continue reading...

Il nuovo store Richard Ginori

Al piano terra di una palazzina che affaccia su via Brera angolo via Pontaccio a Milano apre il nuovo store Richard Ginori, una delle manifatture italiane di porcellana più prestigiose. Pavimento damier, cassettoni, armadi decapati, tavoli e poltrone ricreano l’atmosfera accogliente di una casa. Alle pareti stampe settecentesche e piccoli quadri che incorniciano cavallette, scarabei […]

Continue reading...

Eclettico fiorentino alla Rinascente

Mario Luca Giusti abiterà le vetrine de La Rinascente di Milano. Dal 21 al 27 aprile le due vetrine ai lati dell’ingresso principale, quella in piazza Duomo, saranno interamente dedicate ai caleidoscopici oggetti per la tavola firmati dalla maison fiorentina. Il concept sarà lo stesso delle boutique del brand con gli oggetti esposti in una […]

Continue reading...

“S” come sheffield

  Gli oggetti in Sheffield divennero popolari verso la fine del XVIII secolo grazie alla scoperta della placcatura oggi detta “Old Sheffield”. Consisteva nella copertura a caldo di lastre di rame con lastre d’argento che, aderendo perfettamente fra loro, permettevano di lavorare il materiale ottenuto a sbalzo e cesello come fosse argento. Ebbe inizio in […]

Continue reading...

“R” come römer

di Laura Tasso. Il Römer è un bicchiere con coppa ellissoidale che si innesta su un robusto stelo cilindrico, decorato a volte con bottoni a forma di lampone e spesso ingentilito da decorazioni e incisioni. Inizialmente realizzato in area germanica nelle Waldglashütten, vetrerie che, fino al XIX secolo, lavoravano nelle foreste sfruttandone la potassa e […]

Continue reading...

“P” come peltro

Cos’è. E’ una lega composta da stagno e da piccole quantità di antimonio e rame. Fin dai tempi antichi l’uomo lo ha utilizzato per la sua duttilità  realizzando oggetti di uso comune, vasellame per la tavola, posate e molto altro. Cenni storici. Dai reperti archeologici possiamo dedurre con certezza che l’uomo utilizza lo stagno da […]

Continue reading...

“O” come oliera

di Laura Tasso. Un tempo l’olio si versava direttamente dalla bottiglia o dalla brocca, usanza che si è protratta a lungo nelle case meno abbienti. Solo a partire dalla metà del XVI secolo, per poterlo portare in sala da pranzo insieme all’aceto, furono realizzati appositi contenitori che poggiavano su un unico supporto insieme a quelli […]

Continue reading...

A tutto vetro

La trasparenza che conquista, bicchieri, brocche e recipienti di ogni forma e volume, tutti in vetro. Pratici e di design, portano un tocco di leggerezza in tavola.  Come la proposta tableware di Tablo, brocca multifunzionale dal taglio obliquo, resistente sia al caldo che al freddo, lavabile in lavastoviglie. Blueside propone invece bicchieri e brocche della […]

Continue reading...