zanzariera velux

A ciascuno la sua zanzariera

di Arianna Giancaterina.

La bella stagione è arrivata e anche il tempo di lasciare aperte le finestre. Come ovviare, però, all’annoso problema delle zanzare e di tutti quegli insetti che, in cerca di frescura e riparo dal caldo esterno, entrano indisturbati nelle nostre case? Il modo più pratico e funzionale per ottenere un ambiente domestico protetto, e all’insegna del comfort e del benessere, è quello di installare le zanzariere sulle finestre.

In commercio ne esistono di diversi modelli – prodotti in tutte le colorazioni per un perfetto abbinamento cromatico con i serramenti – classificati a seconda dell’uso e della tipologia di infisso su cui andranno installati. Le più comuni sono quelle a rullo, magnetiche, plissettate, a battente oppure elettriche.

Zanzariera con rete in alluminio modello ZANZIBAR. Struttura particolarmente rigida e molto resistente allo strappo; confezione da 1 pezzo Dim. 0,80 x 30 mt da € 92,23 (manodopera esclusa) – tenax.it
zanzariera porta finestra

In generale, a prescindere dal modello e dalla tipologia, i profili sono realizzati quasi tutti in PVC o in alluminio in quanto materiali inossidabili, facili da pulire e che resistono a lungo a contatto con l’ambiente esterno. La rete può essere, invece, in poliestere o in fibra di vetro. In entrambi i casi si tratta di materiali molto robusti e di facile gestione che permettono la realizzazione di trame fitte capaci di impedire l’ingresso anche agli insetti più piccini.

A sinistra, zanzariera in fibra di vetro modello TROPICAL di Tenax. Leggera e flessibile, si adatta a qualsiasi struttura con il minimo impatto visivo.‎ Si taglia senza che si sfilacci e si può lavare e riporre a fine stagione.‎ Disponile in più colorazioni e dimensioni; confezione da 9 pezzi Dim. 1 x 5 mt da € 195,66 (manodopera esclusa); a destra zanzariera in plastica modello MOSQUITO di Tenax. Non si smaglia né si deforma, si sagoma facilmente e si adatta a qualsiasi struttura; confezione da 6 pezzi Dim. 1 x 5 mt da € 111, 04 (manodopera esclusa) – tenax.it
zanzariere finestre fibra e plastica

Zanzariera a rullo

La zanzariera a rullo è, forse, la più utilizzata in assoluto. È facile da installare e può essere realizzata nella misura esatta di qualsiasi finestra. Per l’installazione necessita di una struttura con delle guide che permettono alla rete di scorrere e di un cassonetto capace di raccogliere la maglia quando è avvolta. Le zanzariere a rullo possono avere sia un’apertura controllata sia un avvolgimento rapido.

I modelli con apertura verticale si aprono e chiudono con facilità tramite un cordino o una catenella e spesso prevedono un meccanismo a frizione che consente alla rete di riavvolgersi in maniera graduale ed evitare, quindi, di perdere il controllo in apertura. Quelle con sistema avvolgente orizzontale si aprono, invece, attraverso una maniglia.

Zanzariera a rullo Velux; a partire da € 151,28 (manodopera esclusa) – velux.it
zanzariera a rullo

Zanzariera magnetica

La zanzariera magnetica è la più pratica di tutte le tipologie di zanzariere. È facile da installare, si trova in tutti i formati, si può rimuovere quando non viene più utilizzata e ha dei costi assolutamente accessibili. Viene fissata con delle fasce adesive solitamente in velcro, o con clip di fissaggio, e si richiude automaticamente grazie a dei magneti applicati lateralmente o sugli angoli della rete. Quando è installata su porte-finestre è dotata di un’apertura centrale, che permette con facilità l’uscita e l’entrata dal vano.

Zanzariera magnetica per finestra HOBERG. Può essere tagliata a misura fino a 150 x 130 cm. Non prevede alcuna foratura o avvitamento; per un pezzo comprensivo di 16 clip magnetiche: da € 23 (manodopera esclusa) – hoberg
zanzariera magnetica

Zanzariera plissettata

La zanzariera plissettata si caratterizza per i plissé, ossia delle piccole piegature del materiale che la compongono e che creano un ulteriore effetto schermante della luce solare. Il telo quando poi si chiude si impacchetta a fisarmonica lateralmente o verticalmente. Per l’installazione necessita di piccole guide per lo scorrimento adatte anche a vani finestra molto ridotti. Il loro prezzo è mediamente più alto rispetto alle altre tipologie, ma il costo viene ripagato dalla loro durata e resistenza. Sono inoltre fondamentali, visto l’ingombro minimo, soprattutto in presenza di bambini, anziani e diversamente abili.

Zanzariera a battente

Le zanzariere a battente sono costituite da pannelli ad anta installati direttamene su finestre e porte. Non prevedono guide a terra, ma solo cerniere laterali. Sono quindi l’ideale per tutti quegli infissi che devono essere aperti con una notevole frequenza e che prevedono il passaggio di molte persone. Eventualmente possono essere arricchite con l’installazione di meccanismi magnetici di chiusura o con molla di ritorno.

Zanzariera elettrica

La zanzariera elettrica, a differenza di tutte le altre zanzariere che si azionano mediante un meccanismo meccanico manuale, appartiene ad una tipologia tecnologicamente avanzata. È infatti dotata di un motorino che consente di aprirle con telecomando o con sistemi di gestione da remoto. Sono quindi consigliate all’interno di smart home o comunque in abitazioni dotate di rete domotica.

Zanzariera magnetica a calamita per porta-finestra MYCARBON Dim. 100 x 220 cm. Resistente e traspirante; da € 19 (manodopera esclusa) – mycarbon
zanzariera magnetica porta finestra

Quanto costano le zanzariere?

Nel corso degli ultimi due anni, il costo delle zanzariere (così come per gran parte dei prodotti per la casa e materiali edili in genere), ha subìto gravi rincari. In generale per acquistare una zanzariera a rullo standard, esclusi accessori vari e manodopera, occorrono dai cinquanta euro al metro quadrato; per quelle a battente almeno il doppio mentre quelle più costose sono rappresentate dai modelli plissettati che possono raggiungere anche i duecento euro al metro quadrato. Le più economiche sono, senza dubbio, quelle magnetiche facilmente reperibili sul mercato anche a partire dai dieci euro al metro quadrato, sempre escludendo la manodopera e accessori speciali.

Il Bonus zanzariere

Nel caso in cui la zanzariera svolga anche un’azione di schermatura solare può rientrare nell’ecobonus in quanto contribuisce, in parte, all’efficientamento energetico dell’immobile. In tal caso quindi si può parlare di “Bonus zanzariere” ovvero di una riduzione delle imposte pari al 50% della spesa sostenuta per l’acquisto e per l’installazione del prodotto (fino ad un massimo di 60mila euro). Non tutte le tipologie di zanzariere rientrano, però, nei benefici fiscali del “Bonus zanzariere 2022”.

Per poterci rientrare, devono essere innanzitutto provviste di marchio CE, essere fissate stabilmente all’edificio, essere applicate a una superficie vetrata esposta al sole e possedere un valore di capacità di schermatura solare complessivo massimo di 0,35.Per poter richiedere il Bonus, occorre inviare una comunicazione telematica direttamente sul sito dell’Enea inserendo tutti i dati dell’intervento. La richiesta può essere fatta – entro 90 giorni dal termine dei lavori o dall’avvenuto collaudo – sia dal beneficiario della detrazione fiscale sia da un tecnico intermediario.

In copertina, zanzariera a rullo Velux,  a partire da € 151,28 – velux.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenti sul post

Share on Facebook
Share on WhatsApp
Share on Pinterest

Calendario Fiere & Eventi

Lun
Mar
Mer
Gio
Ven
Sab
Dom

Iscriviti alla newsletter

Ho letto l'informativa e acconsento al trattamento dei miei dati personali. *

Seguici

Share on Facebook
Share on WhatsApp
Share on Pinterest
Articoli correlati