Vivere la casa con stile

Progettare lo spazio verde prima di piantare

Settembre è mese di grandi progetti, anche per il verde di casa. Perché non rivedere gli spazi, soprattutto quelli outdoor, in previsione della prossima estate, dove trascorrere piacevoli momenti en plein air?

Oltre alla voglia di progettare un outdoor privato dove godersi in pieno relax una cena o un pranzo con la famiglia o con gli amici, nel mondo del verde si apre la stagione perfetta per piantare. Infatti, anche quelle piante che fioriranno solo in primavera o nella prossima estate, messe a dimora in questo periodo avranno il tempo di sviluppare l’apparato radicale, adattarsi e prepararsi a dare il loro meglio nei mesi a venire.

Un terrazzo pronto per essere arredato con le piante, da dove cominciare? – foto canva.com
terrazzo vuoto

Chiaramente è più divertente comprare una pianta in piena fioritura, ma in questo campo gli acquisti impulsivi non sempre funzionano. Prima di correre agli acquisti occorre un po’ di pianificazione che parte, proprio, con l’analisi dell’ambiente esterno.

Analisi dell’ambiente outdoor

Sia un balcone, un terrazzo o un giardino bisogna considerare:

  • Condizioni climatiche che permetteranno di scegliere le piante giuste: sole, ore di esposizione, freddo in inverno, tipo di terreno. Tutte queste informazioni potranno essere comunicate al rivenditore di piante oppure, se comprate online, saranno sicuramente presenti nelle schede prodotto di ogni pianta.
  • Necessità personali: privacy, ombra, il panorama, mangiare all’aperto, il tutto senza rischiare di avvelenare bimbi, cani, gatti.
  • Gusti personali: stile preferito, colore o sobrietà, classico o tropicale.
  • Cosa conservare di quanto già presente, soprattutto se ci sono piante esistenti o vasi particolari.

Pianificazione dell’area

Detto questo, si dividono gli spazi pensando al loro futuro uso, siano essi grandi o piccoli. Per esempio se, in presenza di un terrazzo, il desiderio sarà quello di pranzare e rilassarsi all’ombra, e quindi, la prima cosa sarà definire dove andranno posizionati tavolo, sedute ed eventuale pergola o ombrellone.

A cosa possono servire le piante?

  • Creare privacy. Sicuramente la loro funzione più importante, sia come siepi in giardino, sia come schermo su terrazzi e balconi. Interessante, in questo caso, è proteggere solo dove serve, senza necessariamente creare un confine netto, soprattutto quando la vista verso l’esterno è gradevole.

Una scelta elegante e scenografica per creare privacy – foto canva.com
barriera piante privacy

A questo proposito, un piccolo appunto sulle siepi: invece di utilizzare una unica specie, e per di più le solite specie, perché non provare a comporre una siepe mista? Si potranno inserire arbusti belli in più di una stagione, interessanti per i fiori e frutti. Inoltre, se una pianta si ammalerà più difficilmente riuscirà a trasmettere il problema alle quelle vicine.

Due grandi vasi possono dividere le zone del terrazzo – foto Yougardener
vasi piante divisori

  • Una bella visuale, fruibile dall’interno. Fondamentale, posizionando le piante in prossimità di una finestra, in questo modo si potranno ammirare anche dall’interno.
  • Fare ombra. L’ombra è condizione necessaria per poter vivere al meglio lo spazio verde, basta scegliere piante alte o utilizzare un pergolato, come descritto nell’articolo ‘Piante alte da terrazzo – le più adatte
  • Separare gli spazi. Se lo spazio è ampio, le piante possono prestarsi come separé per creare delle stanze.
  • Decorare. Incorniciare una finestra, ridare vita ad un angolo insignificante, in pratica, rendere tutto più verde e più bello.

Rincospermo e oleandro fanno in questo progetto da raffinata cornice alle finestre – foto yougardner
rincospermo e oleandro

Scegliere le piante in base alla loro funzione

Se la scelta non è solo estetica ma anche funzionale: schermi visivi, creare angoli di privacy e così via, la scelta cadrà su alberi, grandi arbusti e siepi alte adatti allo scopo. Il loro inserimento sarà, da quelli più ingombranti a quelle più piccole, senza perdere di vista l’armonia d’insieme.

A questo punto sarà utile stilare una lista di piante:

  • Alberi (per chi ha un giardino) o alberelli (ce ne sono anche adatti alla coltivazione in vaso)
  • Arbusti e piante da siepe
  • Erbacee perenni
  • Coprisuolo (quelle piante basse che ci aiutano a coprire la terra)

Per ognuna di queste tipologie di piante è possibile scegliere tra numerose specie. Gli acquisti possono essere fatti online, che offre i suoi vantaggi (vengono recapitate direttamente  a casa, ad esempio) oppure, di persona, con il vantaggio di poter scegliere quella che meglio si adatta alle nostre esigenze.

Un terrazzo verde ben progettato diventa un outdoor privato da vivere – progetto e foto di Stefano Marinaz
piante terra terrazzo

In copertina, per creare la privacy su questo terrazzo si è scelta una siepe mista. Forma un’utile barriera visuale e garantisce bellezza in tutte le stagioni – foto e progetto di Davide Manfredotti di Agapanto Giardini