Vivere la casa con stile

Arco – sessant’anni tra stile e mito

di Federica Capoduri.

Non c’è bisogno di essere esperti del settore design o arredamento per conoscere – e apprezzare – questa lampada; tutti l’abbiamo vista da qualche parte, se non dal vivo sicuramente incorniciata su riviste e libri, siti, in pubblicità di vario genere. Perché Arco non è solo un prodotto d’arredo che ci accompagna dagli anni ’60: è diventata nel tempo un’icona in tutto e per tutto e il suo esordio, nel 1962, ha apportato un’estetica attuale e sempre idonea negli spazi in cui è inserita.

Arco di Flos, design Achille e Pier Giacomo Castiglioni, 1962. Lampada da terra a luce diretta con base di marmo bianco di Carrara e stelo telescopico in acciaio inossidabile satinato. Riflettore orientabile e regolabile in altezza in alluminio stampato, lucidato e protetto da vernice trasparente. La funzione on/off avviene tramite un pulsante a pedale su cavo. Dotata di dimmer per la regolazione dell’intensità luminosa. Prezzo € 2.250 (versione classica) e € 2.300 Arco LED – flos.com
dimensioni arco castiglioni

arco castiglioni living

Quest’anno Arco compie il suo 60esimo compleanno, e invece di invecchiare e lasciare spazio alle giovani luci, tiene ben salda la sua posizione di regina nel catalogo Flos. Firmata dai geniali fratelli Castiglioni (Achille e Pier Giacomo), è una luce da terra che è anche lampada a sospensione; grazie al suo braccio inarcato che scende morbido senza aver bisogno della presenza di un attacco a soffitto. La sua capacità di arredare e illuminare con stile ed eleganza, disegnando e incorniciando forme di pura geometria nello spazio aereo, è unica.

fratelli castiglioni

Pensavamo a una lampada che proiettasse la luce sul tavolo: ce ne erano già, ma bisognava girarci dietro. Perché lasciasse spazio attorno al tavolo la base doveva essere lontana almeno due metri. Fu ideata con pezzi già in commercio, come il profilato curvato d’acciaio, mentre per il contrappeso fu scelto il marmo che, a differenza del blocco di cemento di pari peso, ingombrava di meno. Nella Arco niente è decorativo: anche gli spigoli smussati della base hanno una funzione, cioè quella di non urtarci; anche il foro non è una fantasia ma c’è per permettere di sollevare la base con più facilità”.

Così Achille Castiglioni racconta quest’invenzione, ispirata dai lampioni stradali, e che prosegue nel suo percorso volto alla “mobilità”: lo scopo principale, infatti, è quello di coordinare la luce proveniente dall’alto con una struttura portante da terra, per fare in modo che il tavolo non sia più condannato a doversi trovare sotto un punto luce fisso al soffitto e diventi libero.

elementi lampada arco

base e diffusore lampada arco

Lo stelo arcuato è costituito da tre settori in profilato di acciaio inossidabile con sezione a U capaci di consentire, scorrendo l’uno dentro l’altro come in una canna da pesca, l’avanzamento telescopico e il passaggio nascosto dei fili. Ciò conferisce all’arco più ampiezze, con il posizionamento del riflettore a tre diverse altezze.

La cupola è formata da due pezzi: uno fisso, a forma di calotta, forata per facilitare il raffreddamento del portalampada; l’altro, un anello in alluminio lucidato mobile, appoggiato al primo, in modo da poter essere rettificato in posizione. La distanza massima, in proiezione orizzontale, del riflettore dalla base è di 2 m, l’altezza da terra 2,5 m. Il tutto per un totale di peso pari a circa 64 kg.

lampada arco living e camera letto

Oggetto di grande successo commerciale, la lampada Arco – come tutti i capolavori – è tra i pezzi più imitati nella storia del design, la sua genesi e vita d’idea senza tempo ha stimolato le più svariate interpretazioni. Nel 2012, in occasione del cinquantesimo compleanno della lampada, Flos ha presentato la versione a LED che si è affiancata al modello classico e quest’anno, per i 60 anni, ci attenderanno altre sorprese.

Nel frattempo, il consiglio è di guardare questo curioso filmato storico “I progetti e la creatività”, proposto da Rai Cultura – Teche RAI, dove Achille Castiglioni – in studio ospite di Ugo Gregoretti – mostra e spiega alcuni oggetti, tra cui Arco.

www.flos.com

www.fondazioneachillecastiglioni.it

In copertina, la lampada Arco di Flos domina dall’alto, permettendo libertà di movimento a tutti gli elementi d’arredo poiché si può spostare con facilità e ha l’illuminazione regolabile. Design Achille e Pier Giacomo Castiglioni, 1962/2022

https://www.lacasainordine.it/wp-content