Vivere la casa con stile

Scelti per voi – l’agenda di marzo

di Maria Chiara Antonini.

Le idee per decorare un appartamento in città, fare il restyling di una stanza o, magari, per ristrutturare quella piccola casa fuori città, possono essere sempre tante. Si possono trovare leggendo un nuovo libro dedicato al dècor, visitando ville storiche o girando per mercatini vintage. Ma non solo. Si può essere ispirati visitando una mostra, scoprendo un’artista ancora poco conosciuta, o sfogliando il catalogo di shop online di un museo o di una galleria d’arte. Ecco le proposte per il mese di marzo, da segnarsi in agenda, per accendere la scintilla dell’ispirazione.

1 – Un libro per i più piccoli (che piace ai grandi)

Si intitola “Il design dei piccoli – Mobili, giochi e arredi” il nuovo libro scritto e curato da Agata e Pierre Toromanoff per l’editore L’ippocampo. Corredato da tantissime immagini di camerette per bambini, esplora il mondo dei più piccoli attraverso i mobili, i giochi e gli oggetti di uso quotidiano, firmati per loro dai designer più famosi. Un esempio? Charles e Ray Eames, Javier Mariscal, Eero Aarnio, oltre all’italiano Alessandro Mendini e al visionario Marcel Wanders.

Una delle pagine illustrate del nuovo libro Il design dei piccoli – Mobili, giochi e arredi, L’ippocampo Edizioni – ippocampoedizioni.it
design dei piccoli

2 – Cultura Giapponese a Milano

Ispirazione direttamente dal Sol Levante nella mostra Botteghe di Tokyo – The Exhibition, allestita nel concept store Tenoha a Milano, fino al 27 marzo. Dopo il successo internazionale dell’artista polacco, che da anni vive a Tokyo, Mateusz Urbanowicz e del suo libro con illustrazioni ad acquerello che riproducono alcune delle botteghe storiche giapponesi, nello spazio milanese i visitatori della mostra si troveranno immersi nella storia e nella cultura del Giappone, tra stampe, oggetti di design, proiezioni, profumi, suoni e luci. Una sorta di viaggio illustrato per scoprire lo stile decorativo made in Japan.

Disegno ispirato alla mostra Botteghe di Tokyo – The Exhibition, nello spazio Tenoha a Milano, fino al 27 marzo – tenoha.it
disegno sakakibara

3 – Arte con un click

Avere un quadro di Mondrian in casa, o magari un pezzo di Keith Haring, Henri Matisse o perché no, un Andy Warhol o un Basquiat potrebbe sembrare un privilegio per pochissimi? Ora non più: basta un click e con un piccolo investimento, che può partire anche da solo qualche decina di euro, si possono acquistare riproduzioni d’autore per arricchire la propria collezione personale d’arte. Basta andare sul sito del MoMA ed entrare nel ricchissimo catalogo del suo Design Store: c’è solo l’imbarazzo della scelta tra stampe, vasi, tessili e complementi per la tavola, oltre che accessori per l’ufficio e per l’outdoor.

Una delle sale del MoMA di New York – store.moma.org
una sala del moma ny

4 – Textile creativo

Cosa hanno in comune Harvey Nichols, Liberty of London, the Victoria & Albert Museum e Paul Smith? Sono tutti, insieme a tanti altri, clienti dello studio di Rana Salam. Ancora poco conosciuta in Italia, ma già annoverata nella categoria dei creativi top in UK, la designer di origini libanesi con formazione a Londra è famosa per la sua creatività a tutto colore, con grafiche che spaziano dalla cultura popolare libanese all’arte pop e psichedelica. Ora le sue creazioni si possono comprare anche nel suo sito di shop online, per aggiungere una nota di carattere negli interni più classici.

Tessuti disegnati da Rana Salam – ranasalamshop.com
tessuti rana salam

5 – Orient Express

Treno leggendario per l’eleganza delle sue cabine, per l’eccellenza del servizio riservato ai suoi fortunati passeggeri, oltre che speciale ambientazione di film storici, l’Orient Express ritorna oggi alla ribalta per un nuovo progetto di ristrutturazione. È stato infatti affidato a Dimorestudio, studio milanese dei creativi Emiliano Salci e Britt Moran, la progettazione di sei nuovi treni, che interpreteranno lo stile della Dolce Vita con rimandi al design italiano degli anni ’60 e ’70.

In attesa di vedere il nuovo progetto, dal sito ufficiale si possono ammirare le cabine, la sala ristorante e il salotto originali, dove i velluti sono abbinati a marmi e argenti un uno stile senza tempo. Esempi di stile perfetti per chi ha gusti più classici e cerca idee da progetti che hanno fatto la storia del design.

L’interno di uno dei vagoni dell’Orient Express – Orient-express.com
interno vagone orient express

6 – Una mostra alternativa

Per chi ama i colori forti abbinati tra loro, divertendosi a giocare con tinte dalla spiccata personalità, c’è una mostra a La Triennale a Milano da non perdere. Il progetto si chiama Casa Lana ed è la riproduzione dell’interno di una casa, progettata da Ettore Sottsass a metà degli anni Sessanta a Milano. Concepito come “una piazzetta nella quale si gira e ci si incontra” – così la definiva l’architetto e designer italiano – è un esempio di come si possono abbinare colori intensi anche negli spazi più piccoli, dando carattere e stile nelle varie stanze.

Particolare dell’installazione Casa Lana, La Triennale di Milano, fino al 10 aprile. Foto Delfino Sisto Legnani e Alessandro Saletta DSL Studio – triennale.org
installazione casa lana triennale milano

7 – Il fascino di una dimora antica

Il Veneto è costellato da dimore storiche, ricche di storia e fascino. E tra le tante che si possono visitare, merita un viaggio la Villa Tiepolo Passi. Si trova a Carbonera, Treviso, ed è la classica villa sontuosa con corpo padronale, casali annessi e giardini meravigliosi che raccontano più di cinque secoli di storia di una proprietà perfettamente conservata. Abitata ancora oggi dai discendenti, si può ammirarla con visite guidate che consentono di scoprire la bellezza delle sue sale affrescate, l’incanto dei giardini all’italiana e la semplicità della campagna che la circonda.

La Villa Tiepolo Passi, Via Brigata Marche 24, Carbonera, Treviso. Foto courtesy of Villa Tiepolo Passi – villatiepolopassi.it
villa tiepolo passi treviso

8 – Mercato vintage

Arredare una casa con pezzi vintage, magari scegliendo piccoli complementi o mobili che non sono più in produzione né in vendita nei negozi, è da sempre il trucco di architetti e interior decorator per dare quello stile personale e unico a qualsiasi casa o appartamento. Ma dove comprarli? Con la fine dell’emergenza pandemica, in Italia ci sono tantissimi mercatini da non perdere. Per chi abita in Piemonte segnaliamo Il Vintage della Gran Madre a Torino il prossimo 20 marzo, organizzato dall’Associazione Effetto Vintage. Dalle 8 alle 18, in Piazza Gran Madre si daranno appuntamento 80 espositori con le migliori proposte di modernariato, per decorare la casa con pezzi rari e originali.

Il mercatino “Il Vintage della Gran Madre” a Torino – effettovintage.it
mercato vintage antiquariato

In copertina, immagine tratta da “Il design dei piccoli – Mobili, giochi e arredi”, L’ippocampo Edizioni