Vivere la casa con stile

Magis – 45 anni di attività in 14 prodotti cult

di Denise Frigerio.

Dalle geometrie di pieno e vuoto della Air-One di Konstantin Grcic, alla pulizia estetica della sedia pieghevole Aviva, passando per la leggerissima e impilabile Air-Chair.

La storia di Magis è costellata di successi e di collaborazioni illustri – se ne contano tantissime – con designer del calibro di Stefano Giovannoni, Eero Arnio, Philippe Stark, Enzo Mari, Marcel Wanders, solo per citarne alcuni.

Oggi, in occasione dei suoi 45 anni di attività, l’azienda fa parlare di sé ripercorrendo la sua storia attraverso 14 prodotti iconici. Un viaggio di tendenze e stile che l’hanno resa riconoscibile fin dagli esordi e che hanno portato all’attenzione internazionale l’intuito per le tendenze del suo fondatore, Eugenio Perazza, e della seconda generazione, rappresentata dal figlio Alberto e dalla moglie Barbara Minetto, entrati in azienda negli anni ’90, che continuano a creare innovazione nel mondo del design.

1 – Toto, il primo

È proprio nell’anno della sua fondazione, il 1976, che Magis lancia sul mercato Toto, disegnato dallo studio Berti&Bressan. Simbolo di un’epoca, questo mobile bar unisce linee geometriche a grande praticità: Toto è un carrello su ruote in plastica, il cui piano può essere sollevato per riporre gli oggetti, aumentandone anche l’altezza, facilmente trasportabile grazie alle due maniglie dal design essenziale.

Mobile bar Toto di Magis, design Berti&Bressan, fuori produzione
mobile bar toto

2 – Linearità pieghevole

Considerata il prodotto più storico dell’azienda, la sedia pieghevole Aviva è stata progettata dal designer e architetto Marc Berthier nel 1979 e si trova ancora a catalogo. Interamente realizzata in massello di faggio, può avere finitura naturale o verniciato, e ha una linea minimale che la rende adatta sia per interni abitativi sia per il contract. Una volta richiusa occupa solo uno spessore di 5 cm e pesa poco più di 4 kg.

Sedia pieghevole Aviva di Magis, design Marc Berthier, prezzo da € 293
sedia pieghevole rossa

3 – Funzionalità su scala

Nel 1984 Magis mette sul mercato Step, una scaletta multifunzionale, prima di una serie di prodotti definiti “i dimenticati del design”, ovvero oggetti di uso quotidiano per la casa, normalmente non “considerati” nel design, come scope, scolapiatti e – appunto – scalette. A disegnare Step la coppia di designer Andries & Hiroko van Onck. Nel 2003 Step è stata sottoposta a un ridesign e ne è nata Nuovastep, la riedizione della scaletta in tubo d’acciaio cromato o verniciato in resina epodossica e gradini in ABS.

Scaletta Nuovastep di Magis, design Andries & Hiroko van Onck, prezzo da € 200
scaletta tre gradini

4 – Oggetti modulari

Il primo prodotto a diventare parte delle collezioni permanenti di grandi realtà museali, come il Victoria & Albert Museum di Londra e il MoMa di New York, è Bottle di Jasper Morrison, un portabottiglie impilabile e modulare in polipropilene, progettato nel 1994. La sua particolarità è che può vivere in maniera autonoma o diventare un infinito modulo grazie ai tubi di collegamento in alluminio anodizzato naturale opaco.

Portabottiglie Bottle, design Jasper Morrison, prezzo da € 42 al modulo
portabottiglie bianco

5 – A diverse altezze

Alla fine degli anni Novanta, siamo precisamente nel 1997, Stefano Giovannoni progetta per Magis la serie Bombo, che comprende tavoli, sedie e sgabelli. Il “best seller” è indubbiamente lo sgabello, il primo con pistone a gas e meccanismo nascosto per la regolazione in altezza, sinuoso nelle forme e disponibile in diverse colorazioni, ha struttura in acciaio cromato e seduta girevole ed ergonomica in ABS.

Sgabello Bombo di Magis, design Stefano Giovannoni, prezzo da € 480
sgabello bombo

6 – Ultraleggera

Nel 2000, Magis lancia Air-Chair, su progetto di Jasper Morrison, aprendo così una nuova era dell’industria del design. Realizzata in polipropilene caricato di fibra di vetro, stampato in air moulding – ovvero stampato ad iniezione – Air-Chair ha un gioco di forme squadrate, ma arrotondate al tempo stesso che ricordano le opere del Bauhaus. Super versatile, Air-Chair si può utilizzare sia indoor sia outdoor ed è prodotta in una vasta gamma di colori pastello. La sua particolarità? Essere comodamente impilabile fino a un massimo di 10 pezzi.

Air-Chair di Magis, design Jasper Morrison, prezzo da € 124
air chair

7 – Avveniristica

Sicuramente la più conosciuta: Air-One di Kostantin Grcic. Una sedia iconica realizzata in pressofusione di alluminio, che vive di pieni e vuoti, dotata di gambe sempre in alluminio anodizzato, in modo da renderla utilizzabile anche all’esterno. Facilmente impilabile, è un pezzo di grande impatto visivo, che nelle forme richiama la tridimensionalità di un pallone da calcio.

Sedia Air-One di Magis, design di Constantin Grcic, prezzo da € 294
sedia air one

8 – Forme robuste

Entra a far parte della famiglia degli sgabelli di Magis, nel 2006, Déjà-vu, lo sgabello disegnato dal designer Naoto Fukasawa. Tradizionale nelle linee, è disponibile in tre diverse altezze e in versione indoor e outdoor. Contemporaneo nelle forme, ha una elevata qualità nei materiali, che lo rendono solido e durevole nel tempo, oltre che “classicamente” bello.

Sgabello Déjà-vu di Magis, design Naoto Fukasawa, prezzo da € 250
sgabello deja vu

9 – Silhouette classica, anima tecnica

Una combinazione di materiali solidi e di tecnologie moderne, così si può riassumere Steelwood Chair di Ronan & Erwan Bouroullec. Una seduta con braccioli del 2008 che – come dice il suo nome – combina faggio e lamiera di acciaio. La lamiera di acciaio è utilizzata per creare lo schienale con ben 10 fasi di lavorazione in modo da ottenerne la particolare curvatura. Grazie alle sue forme classiche e alle diverse colorazioni si adatta a ogni contesto, in ambienti esterni o interni.

Sedia Steelwood Chair di Magis, design Ronan & Erwan Bouroullec, prezzo da € 400
steelwood chair

10 – Volumi scultorei

A metà fra una scultura e un oggetto funzionale, Spun di Thomas Heatherwick è un oggetto che ruota su sé stesso, diventando un’accogliente e divertente seduta, prodotta da Magis nel 2010. Una “trottola” che offre una libertà di movimento totale in completa sicurezza realizzata in polietilene stampato in rotational moulding – o rotostampaggio, una tecnica ottenere degli oggetti cavi – robusta nei materiali e nelle forme e che può essere posizionate in salotto ma anche in giardino.

Seduta Spun di Magis, design Thomas Heatherwick, prezzo da € 470
spun chair

11 – Incontro di stili

È Marcel Wanders a firmare il progetto di Cyborg per Magis, nel 2011. Una seduta che mixa classico e moderno insieme, dotata di gambe in policarbonato lucido e una seduta dalla forma elegante con confortevoli braccioli. Cyborg ha diverse declinazioni, a seconda dell’uso, come Cyborg Club, con lo schienale in midollino naturale, o in total black con stampa – Cyborg Elegant – per gli ambienti interni.

Sedie Cyborg (in versione nera e trasparente) e Cyborg Club con schienale in midollino di Magis, design Marcel Wanders, prezzo da € 380 nella versione basic
sedie cyborg

12 – Artigianalità essenziale

Insieme ai designer Ronan & Erwan Bouroullec, Magis lancia nel 2015 una collezione di arredi e mobili chiamata Officina, una serie di pezzi in continua evoluzione che celebrano l’artigianalità a tutto tondo. Il “natural base” di questa collezione è il ferro forgiato, ottenuto con la lavorazione artigianale (ma industriale al tempo stesso) che si modula su ogni oggetto, sia esso una seduta, un tavolino, un appendiabiti o un divanetto, tutti caratterizzati dal design essenziale.

Divano, tavolino e sgabelli della Collezione Officina di Magis, design dei fratelli Ronan & Erwan Bouroullec, divano due posti, prezzo da € 2.530; tavolino prezzo da € 1.350, sgabello da € 340
divano tavolino lampada sgabelli

13 – Innovativa (e riciclabile)

Uscita nel 2020, la sedia Bell di Konstantin Grcic è la piena dimostrazione che la tradizione può trasformarsi in innovazione. Alla base della sua produzione c’è infatti la plastica riciclata (e riciclabile) e una serie di processi che consentono l’ottimizzazione di tempo ed energia nella realizzazione. Bell Chair è una sedia monoscocca versatile e leggera, che si adatta a tantissime situazioni, disponibile in quattro diverse varianti colore.

Bell Chair di Magis, design Kontantin Grcic, set 4 sedie prezzo da € 350
sedia bell colorata

14 – Design componibile

Ultimo nato in casa Magis, il divano Costume del designer Stefan Diez, è un pezzo d’arredo che ribadisce (ancora una volta) l’attenzione dell’azienda per l’ambiente. Rivoluzionario nel metodo costruttivo, Costume ha un nucleo in plastica riciclata e riciclabile e può essere smontato pezzo per pezzo, in modo da poter essere recuperato in ogni singolo elemento. Modulare e componibile in diverse lunghezze: ogni singola unità, infatti, può essere combinata o arricchita di braccioli che si ripiegano all’interno.

magisdesign.com

Divano modulare Costume di Magis, design Stefan Diez, prezzo da € 2.780
divano modulare salvia

Nell’immagine di copertina, groupage di sedie Bell di Magis, design Konstantin Grcic