Vivere la casa con stile

Rose rifiorenti dalla primavera all’autunno

di Alessia Del Monaco – yougardener.com

Autunno, periodo di foliage ma anche di fiori, come le rose rifiorenti. Sono ancora tanti i rosai in ottima forma, forse non perfetti e rigogliosi come a inizio estate, ma sicuramente scenografiche e colorate presenze nel giardino in questo periodo dell’anno. La domanda, però, sorge spontanea: le rose non fioriscono solo a maggio? Non quelle rifiorenti.

Cosa sono le rose rifiorenti?

Sono rose che, come dice il nome stesso, fioriscono più di una volta, spesso ininterrottamente dalla primavera all’autunno fermandosi, o rallentando, soltanto quando il caldo si fa troppo intenso e richiede riposo.

Le varietà rifiorenti sono tantissime, create e coltivate da vivaisti ed ibridatori che incessantemente sperimentano e incrociano piante, alla ricerca della rosa perfetta. Sicuramente il prolungato periodo di fioritura è una delle caratteristiche più apprezzate in assoluto, assieme al profumo e alla resistenza ad incuria e malattie.

Rose rifiorenti all’ultima edizione di Orticola – foto Yougardener
rose rifiorenti orticola

Quale rosa rifiorente scegliere?

L’importante è sapere dove dovrà essere messa a dimora e quale scopo avrà in giardino o in terrazzo. Con poco spazio è meglio optare per rose “lillipuziane”, in presenza di un grande giardino si può creare un’aiuola di rose paesaggistiche, oppure scegliere un importante arbusto come punto focale. Le rampicanti? Ne esistono di fantastiche. Serve allora un piccolo vademecum per le rifiorenti più belle e rigogliose, ognuna con le sue caratteristiche.

Rampicante e rifiorente – Rosa Brise Parfum

Rosa Brise Parfum, in vendita la pianta in vaso a € 23,90 da Yougardener –  foto Rose Barni
rosa brise parfum

È una delle favorite dal pubblico, perché risulta praticamente perfetta. Fiori piccoli, ma in abbondanza, formano una nuvola rosa che si arrampica e si adatta a qualsiasi tipo di spazio, inclusi balconi e terrazzi. Per lo sviluppo contenuto e ordinato, può essere coltivata in un vaso di almeno 45 cm di profondità e diametro.

Per una siepe bassa o in fioriere – Rosa Dick Koster

Rosa Dick Koster, in vendita la pianta a radice nuda a € 15,20 da Yougardener – foto Yougardener 

rosa dick koster

Presenta una fioritura continua in rose che somigliano a ranuncoli. Perfino in questo periodo, esplode in tutto il suo splendore nella sua versione autunnale. Essendo di dimensioni contenute – arriva a un’altezza di 45 cm – si può coltivare anche in vaso.

La più elegante – Rosa Hot cocoa

Rosa Hot cocoa, in vendita in vaso a € 13 da Yougardener – foto Yougardener
rosa hot cocoa

Un colore molto particolare, tra il rosso e il mattone, in elegante contrasto con il verde scuro del fogliame brillante. Questo sì, è un rosaio diverso dal solito, così particolare eppur resistente alle malattie e alle dimenticanze, capace di allietare la vista e l’olfatto dalla primavera all’autunno.

Un mix ad effetto – Rose Tesorino e Love song

Una combinazione non troppo usata, ma sicuramente felice, è quella creata da rose di diverse dimensioni. Un esempio, visto nei giorni scorsi nello stand di Rose Barni a Orticola, può essere riprodotta molto facilmente in giardino. Le varietà usate sono la Love song, con i suoi grandi e sontuosi fiori, e al suo fianco la delicata Tesorino, leggera, allegra e raffinata.

Rose Tesorino e Love song, stand Rose Barni a Orticola – foto Yougardener
rose tesorino e love song

Come coltivare le rose rifiorenti?

Le rose rifiorenti si coltivano come tutte le altre rose. L’unica grande differenza è l’obbligo di eliminare lo sfiorito. Lo si fa potando qualche cm sotto il fiore, da togliere per favorire la nascita di nuovi boccioli.

Si possono piantare in primavera e, ancor meglio, in autunno. Se sono “a radice nuda”, bisogna attendere novembre (se si ordina online una pianta a radice nuda e non ne avete mai vista una, non bisogna preoccuparsi per lo strano aspetto, come dice il nome, si tratta di una radice nuda). Come tutte le rose, prediligono terreni freschi, fertili, profondi e ben drenati.

Se il desiderio è quello di avere una fioritura rigogliosa all’arrivo della prossima primavera, l’autunno è la stagione migliore per la messa a dimora delle nuove piante. Bisogna acquistarle fiorite, con ancora qualche rosa sui rami, e le radici cominceranno ad ambientarsi subito, una volta piantate. Così, all’arrivo dei primi caldi, si avrà una pianta che sentendosi già a casa darà il suo meglio.

Dove acquistarle?

Se dal vivaio di fiducia possono esserci opzioni limitate, online si ha una grande varietà. Yougardener ne propone una collezione di oltre 220 opzioni.

rosa farfalla sopra

In copertina, le rose allietano vista ed olfatto e continuano ad attirare gli insetti impollinatori anche nella stagione autunnale, foto Yougardener