Vivere la casa con stile

La tecnologia smart verso il “next normal”

di Simona Caporaletti.

Il new normal è diventato realtà, portando con sé una digitalizzazione avanzata e in forte accelerazione durante l’ultimo anno.

Se ne è parlato in occasione dell’incontro in streaming di ieri 18 marzo organizzato in occasione della Milano Digital Week da POSThome, residenza contemporanea che si occupa di esperienze abitative e lavorative odierne nell’ottica dello smart-living-working ideata da Claudia Campone. Tra gli altri, ha partecipato all’evento Francesco Cordani, Head of Marcom di Samsung Electronics Italia.

“Siamo oggi di fronte a due fenomeni – ha osservato Cordani -: la maggiore permanenza in casa e la necessità di utilizzare con consapevolezza e attenzione le risorse a disposizione. È proprio la consapevolezza un concetto fondamentale: come consumatori siamo chiamati a far evolvere il nostro atteggiamento e integrare abitudini che rendano le nostre azioni quotidiane non solo più semplici e veloci, ma più sostenibili”.

post home samsung
Il pubblico di ogni età ha sperimentato una maggiore integrazione tra tecnologie e vita quotidiana, con elettrodomestici all’insegna della facilità in cucina e delle funzionalità home entertainment: la pandemia ci ha avvicinati alle innovazioni e aperto a prospettive di utilizzo inedite.

Non solo la condivisione, ma anche all’interazione con i device. “Come Samsung – ha continuato Cordani – spingiamo molto sul concetto del ‘connected living’, che può darci valore aggiunto e benefit reali ogni giorno. Le abitudini nate in tempo di pandemia non svaniranno del tutto: il consumo di tv è cresciuto del 65% durante il lockdown per attestarsi attorno al 33% quando la stretta si è allentata attorno ai mesi di agosto e settembre: è la dimostrazione che molto probabilmente non torneremo ai tempi pre-Covid, almeno in termini di utilizzo degli elettrodomestici. Dovremo pertanto prepararci a un ‘next normal’ fatto di conoscenza e buon utilizzo della tecnologia domestica”.

lavatrice intelligenza artificiale
Intanto si è fatta strada tra le quattro mura un’innovazione discreta e silenziosa all’insegna dell’interconnessione tra apparecchi, del risparmio energetico e della sostenibilità. “È il frutto di un’organizzazione nuova degli spazi quotidiani, dove si è imposta la necessità di integrare l’ambiente lavorativo con quello dedicato alla preparazione dei cibi, dello svago e dell’attività fisica”, ha osservato Claudia Campone.

post home gym
Sembra caduto di fatto il principale pregiudizio legato alla tecnologia, che la dipingeva come complicata e lontana dal pubblico. Oggi disponiamo di prodotti intuitivi e di rapida gestione, perché, come diceva Ford parlando della sua automobile T, ciò che conta è poter utilizzare strumenti utili e fruibili da tutti.

“La tecnologia – ha sottolineato Eros Ghezzi, Business Development Manager, IO.T Solutions, durante l’evento – deve farci stare meglio e bene, senza essere invasiva, offrendoci un supporto nella gestione di attività domestiche come il controllo delle luci o degli impianti di condizionamento, fino a quelle più complesse legate a processi aziendali evoluti”.

Essere smart è d’obbligo per chi produce, ma anche per chi utilizza la tecnologia: ognuno di noi deve essere infatti capace di personalizzarne l’uso, traendo da ciascun dispositivo ciò che gli offre vantaggi specifici. Perché la tecnologia è rilevante se il benefit che ne deriva lo è, all’interno di un ecosistema di prodotti avanzati e a misura di utente.

neo qled