Vivere la casa con stile

I lavori da fare in giardino a marzo

Marzo, il mese del risvegliarsi della natura. Le prime fioriture primaverili sono le più belle, le più cariche di significato e di gioia, promettono una bella stagione ricca e lunga, dopo il riposo invernale.

Esplosioni colorate come quelle di Chaenomeles, Forsizia, Magnolia e Prunus invitano l’appassionato del verde a passare più tempo in giardino e terrazzo. Tempo di ammirare nuovi colori, fiori e gemme ma anche di agire: marzo, in giardino e terrazzo, è il mese dei lavori di pulizia, delle potature e di preparazione del giardino.

Per non lasciarsi sfuggire nulla, Pietro Bruni, botanico di Yougardener.com, ha preparato una lista semplice e veloce dei lavori da fare nel vostro spazio verde.

Potatura delle rose, foto Rose Barni
potare rose
Togliere le coperture e mettere le piante all’aperto

Prima di tutto diamo un’occhiata al meteo. Se non sono previste nuove gelate si possono scopirere le piante che erano state protette con teli o nelle serre all’inizio dell’inverno. Finalmente libere, gradiranno in quest’occasione anche una bella pulizia da foglie e rami secchi, nonché un po’ di concime a lenta cessione.

Potature

Marzo è il mese giusto per potare. Ma attenzione, solo quelle piante che fioriranno in estate e autunno. Alcune specie richiedono potature più vigorose, per esempio le siepi a cui vorremmo dare una forma più ordinata, altre soltanto potature di pulizia: importante è sempre eliminare i rami secchi, quelli malati, arieggiare.

Indispensabile l’uso di cesoie pulite e affilate, per garantire sempre tagli netti e precisi. Finisce nella prima metà di marzo anche il periodo di potatura delle rose.

Crocosmia, il cui bulbo va messo a dimora in marzo
crocosmia fiorita
Mettere a dimora i bulbi

È il momento dei bulbi estivi ed autunnali: piantumandoli adesso avranno tempo di vegetare e fiorire tra qualche mese. Tra i più celebri e amati ci sono dahlie, crocosmie, gladioli e gigli. È importante attendere, anche in questo caso, che sia scongiurato il pericolo delle gelate tardive, infatti queste bulbose di solito temono il freddo.

Giusto tre consigli per mettere a dimora i bulbi: scegliere un terreno dall’impasto sciolto così da scongiurare ristagni, dissodare bene il terreno, posizionare i bulbi a una profondità di circa 2 volte il loro diametro. Solitamente i produttori forniscono informazioni specifiche per ogni specie, quindi attenzione a quanto scritto sull’imballaggio.

Potrete scegliere varietà con fioriture a scalare così da avere, da fine primavera in poi, sempre nuove sorprese e nuovi colori in giardino ma anche in terrazzo, nei vasi.

Nuove piante in giardino

È il momento giusto di mettere a dimora alberi da frutto o ornamentali, arbusti e roseti, sia a radice nuda, sia quelli in vaso. Sicuramente questo è il lavoro più bello da fare in giardino e terrazzo nel mese di marzo.

Rosa ‘Mokarosa’. Anche le rose vanno piantate in questo periodo, foto Yougardener
rosa moka
Semina

In piena terra si possono seminare: astro, elicriso, gypsophila, nigella, papavero, phlox, pisello odoroso. Nell’orto invece: carote, cicorie, cipolle, lattughe, ravanelli, rucola, valeriana, zucche.

Se disponete di un ambiente caldo e protetto, per esempio una serra, le specie da seminare, tra le tante, sono: amaranto, bella di notte, bocca di leone, calendula, digitalis purpurea, gaillardia, garofano, lavatera, lobelia, nasturzio, petunia, portulaca, primula, senecio, verbena.

Il prato

Sempre a proposito di semina, marzo è il mese ideale per quella del tappeto erboso, magari anche solo in quei punti dove il prato è rovinato, per ridargli un po’ di vitalità. Se la temperatura lo permette poi, è ora di arieggiare e fertilizzare. Molto spesso tali operazioni sono trascurate ed è per questo che l’erba nel nostro giardino non è così verde come quella del vicino.

All’opera allora e buon inizio primavera.

Per approfondire, su Yougardener.com ci sono guide specifiche per ogni argomento – yougardener.com

Tra i lavori da fare in giardino a marzo sicuramente c’è la cura del prato
tosaerba cura prato

Nell’immagine di copertina,  fioritura di Chaenomeles