Vivere la casa con stile

Cameretta – tutto in ordine e con stile

di Roberta del Vaglio.

Diciamo le cose come stanno: i bambini sono “accumulatori seriali” e mettere in ordine la miriade di cose che posseggono non è divertente. Questo vale soprattutto per i tanti, tantissimi piccoli oggetti che raccolgono in edicola, ai distributori, nelle sorprese delle merendine: provocano disordine visivo e fastidio immediato.

La tentazione di buttare tutto è forte, ma chi è disposto a fronteggiare le relative crisi di pianto disperato? L’unica soluzione è armarsi di pazienza, e provare a coinvolgere i bambini nella missione del riordino con l’aiuto degli elementi di arredo giusto. Quali sono?

Contenitori, naturalmente, ma divertenti, con un certo stile, per rendere meno noiosa la procedura e riempirci di soddisfazione a cose fatte. Una camera ben arredata e ben ordinata è bella da vedere e da vivere, anche dalle piccole pesti.  Quindi, a ciascuno il suo stile e a ciascuno stile il suo contenitore, eccone alcuni che ci fanno brillare gli occhi.

Classico scandinavo
Le case scandinave ci appaiono sempre in ordine e piene di luce? Merito del minimalismo funzionale che ne caratterizza gli arredi privi di fronzoli eppure ricchi di stile, anche in cameretta. Sono un esempio i sistemi String: perfetti anche nelle camerette per bambini con arredi modulari, sono componibili in base allo spazio a disposizione con diverse tipologie di contenitore da abbinare.

cameretta stile scandinavo
Pop salvaspazio
Se quello che ci vuole è un pizzico di allegria, è possibile optare per arredi dalle forme non scontate. Nelle camerette con arredi salvaspazio, una soluzione valida sono i contenitori a parete che non ingombrano e sono decorativi. Si possono mescolare elementi contenitori in colori diversi, magari ciascuno dedicato a una tipologia di gioco, da interpretare con ironia, come i contenitori Punto di Lago.

cameretta bambini stile pop
Montessoriano
Da qualche anno a questa parte, tutto ciò che è “montessoriano” fa tendenza in tema di bambini, forse perché ci da la sicurezza (l’illusione?) di educare dei piccoli geni. La cameretta “montessoriana” è quella in cui i bambini hanno libero accesso ai propri giochi e possono prenderli e riporli facilmente. A questo approccio si ispira Sistema Famille Garage di Richard Lampert con i suoi i contenitori aperti e colorati, ma allo stesso tempo ordinati.

cameretta mobile montessori
Boho-chic
Materiali naturali, motivi decorativi vagamente retrò, e un aspetto elegantemente noncurante, spontaneo: anche la cameretta bohemienne ha bisogno dei suoi contenitori e qui possiamo scegliere dei grandi cesti, rigorosamente con coperchio per occultare la quantità imbarazzante di giochi che contengono. Tra i più divertenti ci sono le Raffia Storage House di Rice.

cameretta contenitori boho chic
Contemporaneo
Camerette a ponte, quali sono gli arredi migliori? In questo caso, non è da scartare la possibilità di adottare arredi contenitori dal design contemporaneo per integrare gli elementi già presenti nella struttura a ponte. Si tratta di arredi minimali, che quindi ci aiutano a dare alla cameretta un aspetto pulito e ordinato. El Baùl di Javier Mariscal per Magis è una reinterpretazione del classico baule, in cui buttare tutto dentro a fine giornata con l’aiuto, sempre, dei bambini.

baule contenitore design bambini

Nell’immagine di copertina la linea Maestrale di Scandola Mobili