Vivere la casa con stile

Lavatrice, parla il silenzio

di Simona Caporaletti.

Cosa credevamo che fosse quel rumore notturno, ritmico, sempre uguale, che veniva dall’appartamento al piano di sopra? Una lavatrice, ovviamente. E noi che ci preoccupavamo di non disturbare i vicini con i nostri chiassi quotidiani. Poi d’un tratto tutto è taciuto. Si erano lasciati? Si erano trasferiti su Marte per paura di qualche epidemia?

No, avevano solo comprato una lavabiancheria di ultima generazione: un modello supersilenzioso, col motore Inverter antivibrazione collegato al cestello e un isolamento acustico del mobile esterno. Quante notti in bianco a contare le pecore con quel battito ritmico nelle orecchie.

Quasi ci manca. Anche loro però sembrano più felici: sarà merito del motore avanzato e senza spazzole che mantiene la stabilità, dei sistemi che assorbono movimenti e vibrazioni, o delle centrifughe rapide quanto impercettibili. È una delle nostre poche certezze, la lavatrice, e ci parla col fruscio di un soffio. Non lo sappiamo, però, che dietro a quel respiro tecnologico ci sono progetti di ingegneria acustica nati per farci dormire in pace. E per toglierci dalla testa il ritmo dei vicini.

Lavatrice AEG
lavatrice dentro cabina armadio
La lavatrice connessa della serie 9000 (modello L9FEA966S) a marchio AEG ha un motore ÖKOInverter brushless e magneti permanenti precaricati: riducono la vibrazione e l’usura controllando i movimenti del cesto, per gestire ogni ciclo nel rispetto delle fibre. Anche quelle delicate, coccolate con un lavaggio – classico o a vapore – che simula i gesti del bucato a mano.

La silenziosità è opera di Silent System Plus, il sistema che assicura 47 dBA in fase di lavaggio e 75 in quella di centrifuga. Se poi la notte non riusciamo comunque a dormire non diciamo bugie: la colpa sarà del buco nell’ozono, della prostata nell’età che avanza, di quei vicini diventati improvvisamente così silenziosi.

Ma non certo della bolletta troppo salata: con un’efficienza in classe A+++ -65%, i tessuti riprendono il loro volume originario, mentre i consumi di acqua ed energia si fanno sottili come la seta. Prezzo al pubblico € 1.397 – per maggiori dettagli  aeg.it

Lavatrice LG
lavatrice LG
Risparmio e libertà anche con le lavatrici LG AI DD in classe A+++ -50%: l’Intelligenza Artificiale a bordo dei prodotti permette di personalizzare ogni lavaggio a seconda del tessuto e del tempo a disposizione. Così, se dopo una nottata in preda al nostro lato oscuro ci sveglieremo nel solito bagno di sudore, potremo anche evitare di buttare via il pigiama insieme ai brutti pensieri e rinfrescare la chemise de nuit con un ciclo di breve durata a basso consumo.

Con la funzione TurboWash 360 un lavaggio completo dura 39’ – un tempo del 60% inferiore rispetto al passato – e l’impiego di risorse è dimezzato. Ma potremo anche assecondare la nostra apatia tardo invernale e chiuderci in una quarantena volontaria tra le braccia del divano, perché con la tecnologia antirumore Direct Drive, senza elementi intermedi tra motore e cesto, non ci accorgeremo di nulla. Almeno fino al beep di fine ciclo. Prezzo al pubblico € 1.399 – per maggiori dettagli lg.com

Lavatrice Whirlpool
lavatrice zen whirlpool
Zen: ecco come dovremmo diventare durante le psicosi collettive del nostro secolo. Non abbiamo ancora imboccato la via dell’illuminazione? Possiamo sempre ripiegare sulla saggezza di tutti i giorni applicata al bucato, incarnata dalla lavatrice Supreme Care Best Zen di Whirlpool.

È progettata per ridurre i rumori con un trittico di soluzioni: il motore senza spazzole ZenMotor, l’estetica ZenDesign con corpo unico e pannelli laterali e la tecnica di Sound Management, utilizzata per assicurare un silenzio meditativo. Siamo diventati così zen che ci siamo dimenticati di mettere il detersivo nella vaschetta?

Nessun problema, ci penserà la tecnologia 6° SENSO AutoDose a regolare automaticamente la giusta quantità di detergente e ammorbidente. Potremo anche raggiungere lo stato di buddità, ma una cosa è certa: la forza del pensiero non basterà a stendere i panni al sole. Prezzo al pubblico € 599 – per maggiori dettagli whirlpool.it

Perchè acquistare una lavatrice di ultima generazione

– Con le lavatrici di ultima generazione forse smetteremo di condannare i nostri familiari alle lamentele seriali di primavera: addio alle eruzioni cutanee e ad altre reazioni allergiche grazie ai sistemi capaci di eliminare i residui di detergente dal bucato e dalla vaschetta dei detersivi. Oblò e guarnizioni sono igienizzati al termine di ogni ciclo e sottoposti a trattamenti antibatterici. Inutile fingere mali estremi: degli antistaminici, almeno quando indossiamo i panni appena lavati, possiamo anche farne a meno.

Google Assistant e Amazon Alexa sono ormai parte della famiglia. Pure con la lavatrice hanno fatto amicizia e ci aiutano a impostare il ciclo migliore con la voce. Ci piace sentirci tecnologici e connessi, sempre alla moda, coi jeans a vita alta e il risvoltino obbligatorio, però anche un po’ nerd solitari e incompresi con la passione per l’inquietudine. Allora forse – e non è un insulto – assieme al lavaggio della biancheria, ci servirebbe quello, ancor più salutare, del cervello.

ragazza seduta lavatrice