Vivere la casa con stile

Ikea non solo mobili ma (anche) pannelli solari

Ikea, il colosso svedese lancia una nuova sfida al mercato con un’idea decisamente green con il sistema di pannelli SOLSTRÅLE. E promette energia democratica e alla portata di tutti, grazie alla partnership commerciale con Wölmann.

Dal oggi, sul sito Ikea.it, sarà possibile acquistare anche in Italia i pannelli solari del partner commerciale Wölmann. A tal proposto, saranno allestiti in otto store del gruppo (Milano Carugate, Milano San Giuliano, Milano Corsico, Brescia, Rimini, Villesse, Padova e Catania) dei corner informativi dove esperti saranno a disposizione dei consumatori per avere informazioni dettagliate su come ottenere un notevole vantaggio economico. I pannelli solari permettono infatti di ridurre i costi dell’elettricità in bolletta fino al 50%.

L’ingresso di Ikea nel mercato dell’energia rinnovabile costituisce una svolta epocale, paragonabile solo all’apertura della prima sede italiana 30 anni fa, ed avrà un notevole impatto sulla vita delle persone. I pannelli solari, costosi e spesso considerati fuori dalla portata di molti, potranno diventare ora più accessibili sia economicamente che culturalmente.

“Siamo fatti per cambiare”, tema dell’anno di IKEA, assume quindi una nuova declinazione per l’azienda, da sempre impegnata nella salvaguardia dell’ambiente, che rende ora accessibile (e democratica) la fonte energetica più pulita e sostenibile di tutti: il sole.

donna tira tenda sole finestra

ITALIA TERRA DEL SOLE

E pare che l’Italia sia proprio “la terra del sole” come afferma anche il rapporto annuale di GSE, società gestita dal Ministero dello sviluppo economico per la promozione della produzione di energie rinnovabili, che rileva ottime potenzialità di crescita nella nostra penisola grazie alla sua conformazione geografica e al clima mediterraneo particolarmente mite.

Nel 2017 la radiazione solare annua accumulata (parametro meteorologico che serve per stimare l’efficienza o le potenzialità di un impianto solare) si è attestata tra un valore minimo di 1200/1300 kWh/m2 per le regioni del nord e i quasi 2000/2100 kWh/m2 a sud e nelle isole. Questo porta l’Italia al secondo posto in Europa, dietro solo alla Germania, per la produzione di energia elettrica da risorse fotovoltaiche.

La distribuzione dei pannelli solari è tuttavia molto irregolare e lascia ampio spazio ad un ulteriore sviluppo: il 45,7% degli impianti sono installati in Lombardia, Emilia Romagna e Veneto, mentre è la Puglia la prima regione per potenza installata (2.623 MW) e dimensione media degli impianti (58,8 kW).

Proprio il sole potrebbe quindi essere quindi la risposta agli interrogativi circa il futuro del pianeta. Il cambiamento climatico è un dato di fatto tuttavia per vivere comodamente dentro casa nessuno di noi può prescindere dall’energia elettrica: per coprire il consumo medio di una famiglia di quattro persone servono circa 3.500 kWh.

sole entra in casa finestra

CHI È IL PARTNER DI IKEA

È la prima volta che IKEA affronta direttamente il campo dell’energia rinnovabile, e lo fa insieme ad un partner commerciale d’eccezione, Wölmann. Oltre 6.000 sistemi solari installati in tutta Italia, 7.000.000 KWH di energia elettrica prodotta e 5.000 tonnellate di anidride carbonica non emessa nell’atmosfera.

A differenza di quanto avviene per i mobili, la vendita e l’installazione della serie SOLSTRÅLE sarà gestita in toto da Wölmann. I pannelli solari non dovranno essere montati e installati una volta acquistati, ma sarà l’azienda stessa ad occuparsi di tutto, dalla progettazione fino all’installazione. Il nuovo sistema si compone di tre soluzioni, tutte personalizzabili dal punto di vista della potenza, con una garanzia di qualità di 5 anni sull’intero impianto e di 25 anni sui pannelli solari.

tetto falda pannelli solari ikea

COME FUNZIONA L’ENERGIA SOLARE

Il funzionamento è molto semplice: i moduli assorbono la luce del sole e la utilizzano per produrre corrente continua. Un inverter monitora l’impianto e converte la corrente continua in corrente alternata. Se l’elettricità viene consumata direttamente, ad esempio dal frigorifero, dall’aspirapolvere o dalla lavatrice, si parla di autoconsumo. La corrente in eccesso può essere immessa nella rete e retribuita dall’azienda elettrica. Oppure, tramite l’installazione di una batteria, è possibile immagazzinare l’elettricità prodotta durante il giorno e di consumarla la sera, aumentando di fatto l’autoconsumo e riducendo i costi.

COSTI

La vendita dei pannelli è riservata ai soci Ikea Family e Ikea Business ma potete conoscerne lo stesso il costo accedendo al sito dedicato di Ikea.  La promessa è quella di energia democratica e alla portata di tutti. Come sempre, l’ultima parola spetterà agli utenti finali. Saranno infatti loro a darci un feedback su questo nuovo progetto firmato dal colosso svedese.

sole casa tavolo colazione camera letto
Tutte le immagini del servizio sono di Ikea