Vivere la casa con stile

Mystery Shopper – negozi promossi e bocciati

A cura della redazione – biancoebruno.it

Napoli e dintorni sono stati i luoghi visitati dal nostro Mystery Shopper il 20 settembre e il 1° ottobre scorsi. Abbiamo visitato lo store di Euronics nel centro commerciale “Quarto Nuovo”, a Pozzuoli, nell’hinterland partenopeo. Poi, arrivati nel capoluogo, è stata la volta dell’Expert di via Pietravalle e infine del Trony di via Pigna.

negozio euronics
EURONICS
Alle ore 18 del 20 settembre veniamo accolti da un ambiente moderno, arioso e luminoso, pavimento pulito e scaffalature basse: riusciamo a scorgere con lo sguardo i vari settori e ad orientarci. Luci al neon bianche alla giusta intensità, musica di sottofondo, l’impatto è quello di uno negozio moderno. Da uno sguardo più ravvicinato però le scaffalature e le pallettizazioni non ci comunicano modernità e pulizia, scorgiamo diversi dettagli che stridono con l’impatto positivo di pochi istanti prima, e a peggiorare la situazione è la presenza di un panno infeltrito sotto i prodotti in esposizione. Inoltre molti cavi a vista e utensili lasciati in giro ci lasciano perplessi. I televisori sono presenti in grande quantità, ma non riusciamo visivamente a trovare un ordine espositivo. Tutto si presenta abbastanza confuso ai nostri occhi.

Meglio il settore della telefonia e quello dell’informatica con un’esposizione ordinata e pulita. Nota positiva è la presenza di una zona dedicata alle biciclette a pedalata assistita: ci piace. Bene il grande elettrodomestico con un’esposizione vasta e ben ordinata, meno bene il piccolo elettrodomestico che sebbene abbia un’esposizione anch’essa ordinata e piena, a causa delle scaffalature che abbiamo descritto precedentemente non valorizza adeguatamente i prodotti. I cartelli prezzo sono cartacei, evidenziano bene la cifra ma presentano caratteristiche tecniche poco schematizzate e alla fine comunicano confusione. Non si riesce a decifrare bene la descrizione qualitativa dei prodotti e di conseguenza è difficile orientarsi nella scelta.

Il personale è ben distribuito tra i reparti e facilmente identificabile dalla divisa. Nonostante ciò, non sembra prestare troppa attenzione ai clienti vaganti: qualcuno è impegnato in consulenze, qualcuno chiacchiera, qualcuno attende in maniera passiva, nessuna attenzione verso di noi. Siamo interessati ad un piano cottura e così ci facciamo notare dall’addetto che sembra assonnato. Si avvicina, saluta e chiede la dimensione del piano. L’addetto è disponibile, gli chiediamo un consiglio per orientarci tra le varie proposte, ci indica alcuni prodotti ma senza differenziarli adeguatamente e sopratutto non domanda null’altro, sembra quasi voler andare via.

La consulenza è piuttosto asettica. Alla nostra richiesta di informazioni sui piani a induzione ci pone direttamente l’ostacolo del consumo elettrico, farfugliando qualcosa riguardo il contatore che sarebbe, a detta sua, “saltato”. Sul finale recupera parlandoci di una migliore efficienza energetica, ma tutto sommato non ci aiuta a scegliere consapevolmente e non sembra sforzarsi ulteriormente per analizzare i nostri bisogni. Nessun servizio proposto.

Ambiente 6,5
Accoglienza 4
Esposizione prodotti 5
Competenza addetti 4
Non torneremmo. BOCCIATO

negozio expert
EXPERT
Lunedi 1 ottobre, attorno alle ore 10.30, entriamo da Expert di via Pietravalle. L’ambiente è diverso dagli store ai quali siamo abituati nei centri commerciali. Infatti si tratta di un locale posto al di sotto di uno stabile residenziale, non è un open space. Tuttavia sembra accogliente e moderno, non ci dispiace affatto, l’impatto è buono, la filodiffusione è soft, l’illuminazione artificiale è ben distribuita e il pavimento chiaro unito all’arredamento fa il resto. Ottima esposizione, si percepisce una certa cura, riusciamo a distinguere molto facilmente i reparti e i prodotti, non troviamo il solito eccesso di comunicazione presente in molti store. Piccole disattenzioni qui e là, ma nulla di grave.

I cartellini prezzo cartacei sono abbastanza chiari e precisi, le caratteristiche sono ben schematizzate e comprensibili. Il reparto tv è un po’ buio, scelta che si ritrova spesso nei negozi ma che non amiamo particolarmente se non per particolari categorie di fascia alta da enfatizzare. Scelta di grande e piccolo elettrodomestico leggermente meno vasta dei concorrenti, ma sicuramente meglio curata. Il personale è facilmente individuabile grazie al colore sgargiante delle divise, la presenza è ben distribuita. Molti addetti sono impegnati in consulenze, il clima è abbastanza rilassato. Nota negativa per il settore della telefonia che ci ignora completamente; nonostante gli girassimo intorno, gli addetti continuano a discutere senza curarsi di entrare in contatto con noi.

La nostra consulenza verte sull’acquisto di un pc. L’addetto ci presta immediatamente la sua attenzione, è cortese e ci mette a nostro agio. Si informa circa l’utilizzo del pc e ci mostra un paio di opzioni: un Hp in offerta con processore i5 e un Asus di fascia superiore. Argomenta le differenze in maniera chiara e comprensibile, è preparato. Ci illustra il finanziamento e su nostra richiesta accenna alla possibilità di attivare una polizza aggiuntiva ma purtroppo arrivati a questo punto, forse per la pressione di un altro cliente, sembra sorvolare ed essere propenso a chiudere la consulenza. Non capiamo bene i vantaggi della polizza e neppure il relativo costo. Un’occasione persa, peccato, pochi minuti, qualche sforzo in più e saremmo stati soddisfatti.

Ambiente 7
Accoglienza 5,5
Esposizione prodotti 7
Competenza addetti 6
Torneremmo. PROMOSSO

negozio trony
TRONY
Il nostro giro si conclude da Trony, in via Pigna, sempre a Napoli. Entriamo alle ore 11.30 circa del 1° ottobre. Cupo e spento, l’accoglienza purtroppo non è delle migliori. All’ingresso incontriamo un grande banco dietro il quale scorgiamo in penombra tre addetti che ignorano completamente la nostra presenza, anche quando cerchiamo un contatto visivo. Il settore tv attiguo all’ingresso si presenta inspiegabilmente con i prodotti spenti, musica di sottofondo non pervenuta. Il resto dell’esposizione conferma il trend negativo, caos e sovraffollamento di prodotti, buchi espositivi e sopratutto comunicazione confusa e poco visibile. I cartelli prezzo sono piccoli, poco chiari e talvolta mancanti. Il settore informatica propone un’esposizione scarna con prodotti posti sotto vetrina. Sembra di essere tornati indietro nel tempo, nessuna possibilità quindi di interagire con i prodotti, poco coinvolgimento emotivo.

Incontriamo un addetto che si interessa a noi, è intento ad accendere i tv (finalmente!), è disponibile e ci chiede se abbiamo necessità di informazioni, sembra attento e simpatico. Proseguiamo nel grande elettrodomestico cui è dedicato un intero piano. Non ci emoziona e sopratutto sembra non essere abitato, non scorgiamo nessun addetto, forse avrebbero potuto integrarvi anche il piccolo elettrodomestico e rendere più attraente l’esposizione del piano inferiore, migliorando l’esperienza del cliente. La nostra richiesta questa volta verte sulla scelta di uno smartphone: ne abbiamo già uno Android, ma vogliamo valutare innanzitutto uno schermo più grande, magari anche un iPhone. L’addetto ci saluta e ci chiede quale telefonino abbiamo.

Ci accenna senza approfondire che il sistema operativo Apple è sicuramente più stabile, funziona meglio, è stato progettato appositamente per il dispositivo e fa parte di un ecosistema più ampio fatto di PC e tablet, mentre per Android la questione è differente, si tratta di un sistema installato su dispositivi molto diversi tra di loro.  Non ci presenta una panoramica completa dal punto di vista tecnico ma riesce a coinvolgere e ci trasmette le sue impressioni. In alternativa ad iPhone ci propone Samsung Galaxy S9 e Huawei P20 dandoci qualche dato tecnico. E’ esaustivo nelle descrizioni e mai prolisso, è bravo ad entrare in contatto con noi, ci mostra il prodotto al quale sembriamo più interessati, ce lo fa toccare con mano continuando a descrivere le potenzialità della fotocamera. Siamo veramente soddisfatti della sua consulenza, è convincente senza essere pressante o invadente. Ci illustra anche la possibilità di una polizza contro la rottura accidentale e accenna al finanziamento. Verrebbe quasi da concludere l’acquisto, ma non ci resta che congedarci ringraziando l’addetto.

Ambiente  4
Accoglienza 5
Esposizione prodotti 4
Competenza addetti 7,5

L’esperienza con l’addetto al reparto smartphone è stata molto positiva. Ma complessivamente il negozio non può raggiungere la sufficienza. Non torneremmo. BOCCIATO

Leave A Comment

Your email address will not be published.