Vivere la casa con stile

Il design pop e il suo contrario

di Marta Santacatterina.

“Antipop può essere anche molto pop”

È così che César Bejarano presenta le sue collezioni, tutte basate su una spiccata ironia, su un continuo ribaltamento di senso grazie al quale le tazze possono trasformarsi in portatovaglioli (richiamando creativamente l’abitudine ad arrotolare i tovaglioli e a inserirli nelle tazze, appunto), mentre i blocchi per le costruzioni diventano portacandele e la navicella spaziale funziona come brucia incenso. Piccoli oggetti divertenti, in gran parte realizzati tramite stampa della porcellana in 3D e quasi sempre utilizzabili in modo ogni volta diverso a seconda dei propri desideri.

Portacandele Block, design Cesar Bejarano
portacandele pop design
Dove hai studiato e quali sono state le tue specializzazioni?
Ho studiato architettura in un’università del Messico chiamata ITESM. Dopo la laurea ho lavorato per un certo periodo come architetto e mi sono dedicato a un progetto per il mio studio, ma dopo aver realizzato un green wall proprio per il mio ufficio, me ne sono innamorato e ho quindi sviluppato un sistema di pareti verdi. Così ho smesso di progettare per un po’ e ho cominciato a vendere il mio prodotto. Ma l’attività commerciale non mi piace proprio quindi, dopo qualche tempo, ho deciso di riavvicinarmi al design, e sono convinto che questa sia la mia strada.

Portacandele Creases, design Cesar Bejarano
portacandele porcellana
Sei messicano, ma vivi e lavori a Madrid: per quale motivo ti sei trasferito? E da quanto tempo vivi in Spagna?
Sono nato a Guadalajara, in Messico, ma la maggior parte dei miei anni di formazione e l’età adulta li ho trascorsi a Monterrey, quindi in generale dico che sono da Monterrey. Mi sono trasferito perché il mondo è molto grande, e per me è uno spreco trascorrere tutta la vita la vita in un solo luogo. Sarebbe come andare in un ristorante dove ogni piatto è delizioso, ma mangiare sempre la stessa portata. Ridicolo. Ormai vivo in Spagna da due anni.

Portacandele Matrix, design Cesar Bejarano
portacandele 3d porcellana
Quali sono i concetti più importanti che stanno alla base degli oggetti che progetti?
Per me è fondamentale divertirmi facendo gli oggetti che mi piacciono. Per ogni oggetto è importante che il design sia semplice e intelligente. A volte mi piace anche giocare: realizzo cose che sono belle e hanno una funzione, ma al contempo non si prendono troppo sul serio. Prendo semplicemente ogni progetto per quello che è, ma ogni volta quando lo produco diventa qualcosa di diverso.

Ho notato che molti progetti sono dei porta candele: perché?
Sto sperimentando la stampa 3d in porcellana e questa tecnica impone dei vincoli importanti, come ad esempio il formato. Per ora ho potuto stampare solo oggetti di piccole dimensioni e ho quindi pensato a dei porta candele.

Brucia incenso Boom, design Cesar Bejarano
brucia incenso porcellana
Quali sono gli obiettivi futuri per la crescita del tuo lavoro?
I miei obiettivi sono quelli di progettare per diversi marchi in tutto il mondo. Vorrei anche tornare a dedicarmi all’architettura, e lo farò non appena mi sarò affermato come industrial designer. Queste due discipline vanno di pari passo e spero di poterle conciliare spontaneamente. Sono un designer emergente, ancora poco conosciuto, e ho quindi intenzione di partecipare alle più importanti fiere di design nei prossimi anni, puntando magari a vincere dei premi. Recentemente ho vinto tre Design Awards tedeschi per altrettanti miei progetti (i portacandele Creases e Matrix e gli appendiabiti a muro Hexual).

Un ampio repertorio di portacandele e altri oggetti spiritosi si trova sul sito di César Bejarano – beantipop.com

César Bejarano
ritratto cesar bejarano

Nell’immagine di copertina, portatovaglioli Coffee Mug, design Cesar Bejarano

Leave A Comment

Your email address will not be published.