Vivere la casa con stile

5 consigli per il cambio armadio

Sembrava che l’estate fosse destinata a non finire mai, le temperature però stanno iniziando – finalmente – a scendere e, dato il periodo, non resta che pensare a un classico della stagione: il cambio armadio. Croce e delizia dell’autunno, è un passo inderogabile da compiere per mettere ordine nel guardaroba. Magliette, capi spalla leggeri e sandali devono lasciare spazio al ritorno di maglioni, sciarpe e cappotti. Ignorarlo non risolverà la situazione. Invece di rimandare o pensarci come ad una spada di Damocle da schivare, il cambio armadio stagionale è l’occasione per fare innanzitutto ‘pulizia’ di tutti quei capi che hanno fatto il loro corso, in secondo luogo permette di riporre bene quelli che l’anno prossimo torneremo a indossare.

Dove cominciare? Non spaventatevi, serve solo un piccolo vademecum fatto di organizzazione e metodo, 5 consigli per il cambio armadio, consigliati da un brand di settore come Toscanini che sull’argomento ne sa qualcosa.
cabina armadio grucce vista
1 – Dividere i capi per genere

La ripartizione interna dell’armadio già di per sé da un aiuto. Il primo passo per un cambio armadio è ordinare gli abiti e gli accessori per genere. Magliette, maglioni di cotone, gonne leggere e pantaloni corti, senza dimenticare sandali e calzature, giacche leggere… puliti e piegati, ognuno avrà la sua scatola o porta abito, nel caso dei capi spalla. Le scatole di diverse dimensioni aiuteranno a gestire le varie tipologie di vestiario, ognuna sarà contrassegnata da un’etichetta in modo da essere facilmente riconoscibile, insieme al diverso colore che aiuterà ancora di più la classificazione del suo contenuto.
 accessori ordine armadio
2 – I capi più preziosi e più ingombranti

È inutile ignorare il fatto che alcuni capi non possono essere riposti nelle scatole, come abbiamo già accennato nel punto 1. In più, ci sono capi di abbigliamento che possono tornare utili anche durante l’inverno. In questo caso non c’è niente di meglio che custodirli appesi in un portabiti con una ‘protezione’ speciale. Le migliori sono in tessuto e sono studiate appositamente per le diverse categorie di abito, Toscanini per esempio ha una proposta che accontenta tutte le tipologie, andando anche su un elegante discorso di personalizzazione fatto di cifre personalizzate – le iniziali di aristocratica memoria – e correlati di etichette per riconoscerne velocemente il contenuto.
scatole ordine vestiti

3 – La gruccia perfetta

Sembra un’ovvietà ma non lo è. Le grucce sono fondamentali per un’organizzazione funzionale del guardaroba e di conseguenza del suo cambio stagionale. La cosa che non dev’essere lasciata al caso è la loro struttura. Abbandonate le grucce di metallo e passate a quelle di legno, in più molti legni hanno proprietà naturali antitarme e i diversi modelli possono essere destinati alle altrettante categorie di abiti. La vera comodità è quella di averli separati tra guardaroba estivo e guardaroba invernale, semplicemente per spostarli in blocco, senza dover gestire ogni capo alla volta. Il consiglio è quindi di investire in grucce e il nostro armadio non conoscerà più il disordine.

 gruccia armadio in cedro
4 – Ordine nelle scarpe

In argomento ‘scarpe’ la prima regola è buttare sandali rotti ed espadrillas che ormai hanno fatto il loro tempo. È inutile tenere cose che sappiano non metteremo più, anche se legate ai ricordi delle vacanze. Ci sarà tutto il tempo di comprarne di nuove la prossima stagione. Per tutto il resto invece, è meglio munirsi di forme per le scarpe con cui preservare la vita dei sandali in pelle e dei mocassini più preziosi. Rigorosamente in legno, meglio se in cedro, per conservare e ‘contenere’ l’eventuale umidità. Se si ha una scarpiera, come nell’armadio, seguirà un cambio di posizione in relazione all’uso. In caso contrario, le scatole del punto 1 sono sempre valide.

forme scarpe cedro
5 – Portabiti, grucce e forme delle scarpe in cedro

Torniamo a citare Toscanini perché ci troviamo perfettamente d’accordo sul tema del legno più adatto per conservare i vestiti e riporli dopo la loro ‘season’. Il cedro. È il legno più adatto perché contrasta l’umidità ed è un antitarme naturale. In più ha un’altra caratteristica perfetta per gli armadi: ha un buonissimo profumo. Quindi, oltre a scegliere, nel possibile, grucce e forme delle scarpe in cedro, è un’ottima idea utilizzare piccoli pezzi di essenza di cedro da nascondere nei cassetti o da riporre nell’armadio.

sacca salva maglione armadio
Tutte le immagini dell’articolo sono della collezione di Toscanini, per maggiori informazioni – toscanini.it

Leave A Comment

Your email address will not be published.