Vivere la casa con stile

fairy lights – le luci delle fate per illuminare casa

di Veronica Pillon.

Parlare di Natale in primavera inoltrata, quasi estate, potrebbe sembrare un non sense, ma chi dice Natale dice luci e chi dice luci dice atmosfera. Quindi perché non rubare un po’ della magia natalizia e accendere il verde di terrazzi e giardini nelle calde serate d’estate o riempire di emozione gli interni?

Dove vivo io, in Irlanda, a Natale le luci giocano un ruolo fondamentale. Ogni casa viene letteralmente invasa da metri di fairy lights, le luci delle fate, con un preciso diktat: ce ne dev’essere almeno una in ogni stanza, bagni inclusi. Ecco quindi l’ispirazione: usare la luce per creare nuove scenografie, per reinventare un ambiente, dal terrazzo al salotto, illuminando e osando anche un po’ quell’atmosfera boho chic che tanto piace oggi.

Un po’ di storia
Ma perché si chiamano proprio fairy lights? L’invenzione si deve ad un inglese e al celeberrimo Savoy Theatre di Londra. Inaugurato nel 1881, il Savoy fu infatti il primo edificio pubblico al mondo ad essere interamente illuminato dall’elettricità, con 1.200 lampadine a incandescenza create appositamente da Joseph Swan.

L’anno successivo, Swan fu incaricato dal proprietario del teatro di realizzare delle luci in miniatura per illuminare gli abiti delle fate durante la serata di apertura di Iolanthe, una commedia che – ammettiamolo – dovette sembrare un evento davvero magico per quell’epoca. E così, per la prima volta, grazie a Swan, gli abiti delle fate furono ‘accesi’ da lucine alimentate da piccoli pacchi-batteria nascosti sotto le pieghe del tessuto. Un effetto di luci che per l’epoca parve vera fantascienza. Un anno dopo, Edward Johnson, collega del celeberrimo Thomas Edison, rivale americano di Swan, ricoprì per la prima volta l’albero di Natale di piccole luci, una trovata pubblicitaria che sarebbe diventata una tradizione natalizia, oserei dire, planetaria.

Gli usi multipli della luce
La buona notizia, quindi, è che tutto il duro lavoro fatto per districare le corde di luci non andrà più sprecato solo perché le festività natalizie sono finite: che servano ad aggiungere un po’ di atmosfera ad una stanza o ad illuminare le prossime serate all’aperto, ci sono infiniti modi di utilizzare le luci anche molto tempo dopo che l’albero è stato riposto. Ecco come…

Una serata all’aperto: se avrai la possibilità di cenare all’aperto quest’estate, aggiungi una stringa di lucette alla tua lista di elementi di arredo. Saranno l’accento perfetto per la tua tavola e creeranno un’atmosfera rilassata e accogliente.
lucine esterno appese casa
Vesti il tuo giardino: fai splendere (letteralmente) le tue piante tessendo una trama scomposta con le luci dell’albero. Se poi fossero con il filo verde ancora meglio: si fonderanno perfettamente con la vegetazione, effetto assicurato!
luci giardino esterno
Un nuovo modo di disporre le tue fotografie: appendi le tue foto preferite ad una stringa di luci. Ecco un’idea nuova per esporre tutti i tuoi ricordi e allo stesso tempo decorare un muro spoglio.

lucine natale fotografie muro
Un lampadario alternativo: se hai bisogno di un’illuminazione supplementare a tavola o desideri semplicemente un effetto più intimo, appendi due corde di luci di Natale sopra il tavolo: una soluzione elegante e poco costosa.

lampadario con luci natale
Crea il baldacchino dei tuoi sogni: appendendo le luci a cascata dietro un baldacchino di stoffa drappeggiata leggermente trasparente prolungherai lo charme festivo per tutto l’anno. Per una lussureggiante camera da letto bohémienne.

camera letto lucine natale
Trasforma i tuoi terrari in lampade estrose. Questo centrotavola da sogno è ideale durante le festività natalizie ma può tranquillamente rimanere con noi tutto l’anno rendendo un angolo della nostra casa magico e sofisticato. Per ottenere un effetto migliore, utilizzate luci alimentate a batteria con fili sottili e piccole lampadine (quelle che nei paesi anglosassoni si chiamano “fairy lights”).

lucine esterno albero
Lettering: ancora un’idea per decorare un muro, creando una scritta con le lucine per rendere speciale un angolo dimenticato.

lettering hello lucine
Crea un lampadario per esterni: Trasforma un candelabro antico in un oggetto d’illuminazione per esterni semplicemente avvolgendo qualche filo di luce. Aggiungi una prolunga per collegarlo ad una presa esterna ed si trasformerà in un originale pezzo d’arredamento per il cortile.

lampadario esterno candelabro

Specchio specchio: uno specchio – come è noto – fa sembrare la tua stanza più grande, ed aggiungere delle luci scintillanti per evidenziarlo crea un effetto senz’altro speciale.
specchio lucine natale

Leave A Comment

Your email address will not be published.