Vivere la casa con stile

Heimtextil – chiusura positiva per l’edizione 2018

La fiera internazionale tessile per la casa e contract di Francoforte, Heimtextil, edizione 2018, si è conclusa registrando la presenza di ben 70mila visitatori, provenienti da 135 paesi, che hanno voluto “toccare con mano” le innovazioni presentate dai 2.975 espositori internazionali che hanno animato i 20 padiglioni della fiera di Francoforte dal 9 al 12 gennaio.

Rappresentanti di commercio al dettaglio e all’ingrosso, industria alberghiera, designer, interior designer e architetti, hanno così avuto l’opportunità di catturare la creatività e l’immaginazione che la fiera è stata in grado di trasmettere al meglio attraverso il suo percorso espositivo ben organizzato. Dati, questi, che lasciano senza dubbio una nota di ottimismo nei prossimi 12 mesi per tutto il settore, in attesa della nuova edizione del 2019. Sì, perché qui già si pensa e si lavora al prossimo appuntamento, vista la crescente domanda di espositori.

padiglione fiera tessuti

Un successo che si rinnova di anno in anno, e infatti Heimtextil risulta essere in crescita per l’ottavo anno consecutivo, che fa capire il trend assolutamente positivo della manifestazione. Ma gli organizzatori si aspettavano questo risultato?

Heimtextil – spiega Donald Wich, Amministratore Delegato di Messe Frankfurt Italiaè riuscita ancora una volta a migliorarsi e a registrare un nuovo record. Mi inorgoglisce che il nostro Paese abbia risposto positivamente e che la partecipazione italiana sia stata rilevante: sul fronte visitatori si registra un +3% rispetto al 2017 confermando l’Italia al terzo posto della classifica dei Paesi più rappresentati, dopo Germania e Cina. Anche sul fronte espositori la presenza italiana conferma il trend di crescita con un +4%”.

asciugamani esposti fiera

Cosa l’ha colpita di più di questa edizione?
“Gli highlights di Heimtextil 2018 – continua Donald Wich – incentrati sul tema contract. Siamo riusciti a lanciare un format innovativo con la presentazione del salone Interior.Architecture.Hospitality Expo che diverrà la vetrina di riferimento per l’interior decoration mondiale. Il progetto ha infatti incontrato il positivo riscontro degli operatori invitati che hanno confermato la validità della proposta. E’ stato stimato che almeno 5.500 visitatori si siano interessati al settore e, gli espositori d’altra parte, riconoscendo le potenzialità di crescita legate al comparto, non hanno affatto deluso le loro attese”.

cuscini azzurri divano

Anche Detlef Braun, CEO di Messe Frankfurt, conferma il trend positivo della manifestazione. “Con una crescita sia di visitatori che espositori, Heimtextil ha convinto su tutta la linea e sostenuto la sua posizione unica di fiera di settore a livello mondiale”.

Questo sottolinea, ancora una volta, “perché è importante esserci” a Heimtextil, poiché rappresenta non solo l’occasione per conoscere in anticipo le nuove tendenze di design e le ultime innovazioni tecniche, ma costituisce una piattaforma internazionale per giovani designer e start-up del settore. In questa edizione infatti sono stati oltre 50 i giovani designer e le start-up che hanno partecipato al programma “New & Next”.

lampade rivestite tessuto colore

Soddisfazione anche sul fronte espositori, gli organizzatori hanno saputo convogliare i giusti prodotti nelle aree dedicate alla presentazione, oltre alla serie di eventi paralleli e conferenze che hanno fatto da corollario alla fiera e presentato le ultime novità riguardanti l’architettura degli interni.

Inoltre, l’area di tendenza “Theme Park“, Heimtextil ha dato una prospettiva alle tendenze di design e arredamento del futuro. Sotto il titolo “Il futuro è urbano“, esperti di design internazionale hanno visualizzato il megatrend di urbanizzazione, mostrando le tendenze cromatiche e i materiali della prossima stagione, ma soprattutto le reali prospettive future nel campo dell’interior design tessile.

asciugamani rosso blu bianco stelle

Naturalmente, non sono poi mancate celebrità e ospiti illustri sul palcoscenico della fiera, come Laura Chaplin, nipote del famoso attore Charlie, nei panni di ambasciatore per il marchio del cotone made in africa CMiA, che ha attirato l’attenzione sull’utilizzo del cotone sostenibile nel settore tessile.

Già con la data della prossima edizione confermata, 8 – 11 gennaio 2019, l’organizzazione di Heimtextil già ha comunicato che ci saranno importanti novità a livello espositivo. Infatti sarà inaugurato il nuovo padiglione 12 e i padiglioni 5 e 6 saranno ristrutturati e organizzati per ricevere al meglio una crescente domanda di spazi espositivi, visto che i format della fiera sono sempre alla ricerca delle nuove tendenze in fatto di materiali e sostenibilità. Appuntamento quindi al prossimo anno.

E per saperne di più:
heimtextil.messefrankfurt.com
heimtextil-theme-park.com
heimtextil-blog.com

padiglione fiera verde

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.