Vivere la casa con stile

Un rito chiamato caffè

L’amore di noi italiani per il caffè è ben noto, un momento di puro piacere che può trasformarsi in un vero e proprio rito quando si decide di servirlo seguendo regole precise, sia che si tratti di un semplice caffè con le amiche o la degna conclusione di una cena con ospiti.

Galateo. Ebbene a tal riguardo parla chiaro, il caffè andrebbe servito in salotto come accadeva ai tempi di Donna Letizia quando la divisione, a fine cena, tra signore e signori era netta e con destinazioni in spazi diversi della casa. Oggi le cose sono cambiate e molti di noi preferiscono servirlo a tavola, a fine pasto accompagnato a dolci e liquori.

Se invece si vogliono seguire le regole e servirlo “come si deve”, ecco come bisogna procedere. Si inviteranno gli ospiti ad accomodarsi in salotto dove avrete predisposto un tavolino o un guéridon per appoggiare le tazzine e un piattino o un’alzatina per i dolcetti, meglio non più grandi di un boccone, oppure dei cioccolatini.

servizio porcellana caffe

L’atmosfera. Quello rende davvero speciale questo momento è l’atmosfera che riuscirete a ricreare e quindi, se avete un servizio di fine porcellana corredato da caffettiera, zuccheriera, lattiera con latte freddo e posate in argento, questo è il momento giusto per esibirlo.

Come servirlo. Il caffè andrebbe servito ad una temperatura di 67 gradi, per mantenerla costante (scordatevi di versarlo direttamente dalla moka) risciaquate internamente la caffettiera con acqua bollente prima di riempirla con il caffè.

I cucchiaini. A forma di paletta è solo per lo zucchero mentre per il caffè, tra le innumerevoli tipologie a disposizione, è quello leggeremente più piccolo rispetto a quello da tè.

Se invece al posto della moka volete usare la macchinetta per il caffè espresso, il servizio sarà meno formale ma non la piacevole  atmosfera conviviale che caratterizza questo rito.

macchina caffe espresso automatica

Plumcake

Con il caffè avanzato dall'incontro con le amiche, potete confezionare un goloso plumcake che sarà ottimo per la colazione al mattino o per una merenda fuori programma. Si prepara in pochissimo tempo e conquisterà tutti con il suo soffice profumo. Ingredienti 150 gr di farina 00 75 gr di farina integrale 150 gr di zucchero semolato 50 gr di burro 200 ml di panna fresca 3 uova (tuorli e albumi separati) 1 tazzina di caffè ristretto 1 cucchiaino e ½ di lievito per dolci (circa 10 gr) codette di cioccolato per guarnire sale un pizzico Procedimento Preriscaldare il forno a 180°. Montare gli albumi a neve insieme al pizzico di sale. In un altro contenitore miscelare le due farine con il lievito. In un'altra ciotola sbattere con le fruste il burro ammorbidito e tagliato a dadini insieme allo zucchero. Quando il composto risulterà spumoso, aggiungere i tuorli, uno alla volta continuando a lavorare con le fruste. Infine, aggiungere la panna fresca e la tazzina di caffè ristretto. Unire al composto ottenuto la miscela di farine poco alla volta e amalgamare bene. Da ultimo, unire gli albumi montati a neve e mescolare dal basso verso l’alto. Trasferire il composto in uno stampo da plumcake foderato di carta forno, spolverizzare di codette di cioccolato e infornare a 180° per 40 minuti. Prima di tagliarlo, farlo raffreddare.