Vivere la casa con stile

Giornata mondiale della gentilezza – sì, ma in casa?

Ogni persona che incontri sta combattendo una battaglia di cui non sai nulla. Sii gentile. Sempre.

(Platone)

Dalla A di ascensore alla Z di Zorro (il segno fatto col cacciavite sulla portineria), ecco come tra le mura domestiche si può onorare la giornata mondiale della gentilezza, idea tutta giapponese. E non è soltanto una questione di galateo o bon ton applicati alla convivenza in casa e in condominio ma si tratta di rispettare almeno oggi alcune regole di “tolleranza” che già domani saranno cestinate nel sacchetto dell’umido del vostro dirimpettaio, insieme alle infradito che avete deciso di buttare. Quindi entrando nell’androne del palazzo non fatevi subito tentare dall’accumulo dei volantini in una sola cassetta della posta, guarda caso quella del professore al 4° piano.

cassetta lettere condominio

Un saluto completo, quindi non la torsione improvvisa della cervicale in stile saloon, a chi sarà in vostra compagnia in ascensore, farà di voi almeno oggi un gentiluomo d’altri tempi. Dimenticatevi quindi di fare il giochetto dell’elastico con la pulsantiera ( chi di voi non la conosce?) e soprattutto il tocco bimane da croupier per chiudere le porte in contemporanea alla partenza per evitare altri passeggeri.

ascensore condominio

Oggi è lunedì e tutti quelli che seguono il calcio ne approfitteranno, vista la pausa del campionato, per vedere la partita registrata la settimana scorsa. Un appuntamento che non si può saltare per gentilezza. Però potete fare qualcosa a livello di civiltà domestica. Non commentate con apprezzamenti degni di un camallo (si avete capito bene) il telecronista che è sempre della squadra avversaria e magari parente dell’arbitro. Non significa essere muti ma evitare almeno il flamenco reiterato con il mocassino proprio sull’angolo libero dai tappeti per un fallo non fischiato. Manco a dirlo, non si tirano snack contro lo schermo o telecomandi a palombella nel portaombrelli all’ingresso. Ovviamente in caso di rete, non esultate sulla parete che confina con la camera da letto del vicino.

partita calcio tv casa

Se il risveglio è spesso accompagnato dal vostro vinile preferito, evitate almeno di smanettare con il volume dell’amplificatore con scatti di polso da tennista perché “l’assolo lo devo sentire dentro”. Ricordate la giornata mondiale della gentilezza? E’ oggi. Non mandate al ritmo dei Led Zeppelin i ninnoli del vostro vicino, anche se è lo stesso con cui avete discusso per l’antenna parabolica e naturalmente gliel’avete puntata su un satellite turco. Se proprio non riuscite a digerire la vicenda, almeno guardate l’orologio e non accendete l’impianto in stile ritorno al futuro prima di una certa ora, lontana dall’alba.

hi fi vintage

Senza entrare in un universo sconosciuto e misterioso, le pulizie di casa, almeno oggi siate gentili con la vostra compagna/moglie dal punto di vista domestico. Cosa significa? Un aiuto a preparare la colazione sarà apprezzato. E non con la solita modalità in stile caterpillar da cantiere stradale. Quindi con chi vi vuole bene siate gentili, giornata mondiale a parte. Ovvio che davanti all’avvio della lavatrice o alla scelta del programma della lavastoviglie, bisogna alzare le mani e rimanere dei cavernicoli, magari 2.0 ma pur sempre cavernicoli. Buona giornata della gentilezza a tutti e tenete presente che secondo uno studio della Stanford University, bisogna praticare la gentilezza più volte al giorno, almeno cinque. A voi la scelta, considerato che è anche lunedì.

prima colazione casa domenica

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.