Vivere la casa con stile

Mystery Shopper – negozi promossi e bocciati

Di Simona Caporaletti – biancoebruno.it.

Per il consueto Mystery Shopper mensile, abbiamo visitato tre noti punti vendita di elettrodomestici ed elettronica di consumo della zona commerciale di Ancona. Tutti localizzati nella zona sud del capoluogo a Baraccola. Nell’ordine: Comet, Unieuro e Mediaworld. Era il pomeriggio di lunedì 26 giugno. Ecco come è andata.

Tv Sony Bravia Oled

televisore sony oled ultrapiatto

 

COMET
Ore 17,15. Il fresco e l’ambiente ampio ci accolgono in un negozio luminoso e ordinato, dove gli addetti sono molti rispetto ai visitatori. La musica è soft, in uno spazio dall’esposizione chiara e di impatto, con prodotti ben distanziati e cartellini ricchi di informazioni. Anche i lineari di accessori si integrano nel layout accompagnando ciascuna categoria merceologica: come nel settore bianco, dove a un passo da frigoriferi e lavabiancheria sono esposti detersivi ecologici monodose e prodotti per sbrinare.

Nella zona tv troviamo prodotti posizionati a diverse distanze da un ipotetico punto di osservazione, in modo che il visitatore possa riconoscere la distanza dalla quale è abituato a guardare il televisore e identificare l’adeguato numero di pollici. Tutto per ottimizzare l’esperienza visuale. LG, Sony e Samsung sono i migliori, ci informano: Sony per i pannelli, Samsung per l’uso multimediale, mentre LG è un buon compromesso tra i due. L’addetto illustra con perizia le meraviglie della tecnologia Oled, capace di spegnere e accendere ogni singolo pixel per offrire un contrasto infinito, prima di spingersi ai consigli audio di fronte a un pannello Sony con diffusori integrati nello schermo stesso. Non parla di prezzo, ma solo di intelligenza e prestazioni di prodotto. Ci sentiamo rassicurati e confortati da tanta gentilezza, preparazione e disponibilità.

Nel reparto dei robot aspirapolvere un commesso scatta quasi sull’attenti per assisterci. Spiega che Roomba è avanzato per funzionalità e performance di aspirazione. A seconda dei modelli, risponde alle diverse esigenze di autonomia, legata alle superfici da coprire, e offre differenti modalità di programmazione. Alcune versioni funzionano in wifi e sono controllabili da remoto. Suggerisce i prodotti dalla serie 7 in su capaci di segnare virtualmente il punto di fine ricarica della batteria affinché il robot riprenda il percorso da dove lo aveva interrotto. Anche lui non sfiora il tema del prezzo. Scooba, di Nital come Roomba, dice che non riesce bene a dosare il rilascio di acqua, la raccolta e la strizzatura del panno, ma per lavare ci sono altri apparecchi capaci di lavorare stanza per stanza. Mentre per aspirare e lavare esiste solo una soluzione: la colf.

Ambiente voto 8
Accoglienza voto 6,5
Informazione prodotti voto 7
Disponibilità e competenza addetti voto 7,5

Torneremmo di sicuro in questo bel negozio. PROMOSSO

Lavatrice Samsung AddWash Crystal Blue.

lavatrice samsung bianca con carico su oblo

UNIEURO
Varchiamo la soglia del punto vendita alle 18,30 e siamo già a un bivio. L’ingresso è a più vie e non sappiamo se andare a destra o proseguire dritti. I commessi, riuniti a destra, non salutano. Il punto vendita è denso di prodotti e colori, non tutto è ordinato e i cartellini sono poveri, poco esplicativi. La zona tv calamita lo sguardo con immagini sincronizzate e dietro alla maglietta degli addetti si legge: “Chiedi un Samsung Galaxy. Lo paghi 17 euro al mese”. Ma non osiamo avventurarci, visto lo sfrecciare dei commessi. Ne intercettiamo uno in volata di fronte al lineare degli smartboard, quegli aggeggi ultramoderni da film di fantascienza con cui ci si muove su due ruote.

Giovanissimo, mostra le differenze fra i modelli col manubrio, i più evoluti, che permettono di voltare a destra e a sinistra come se fossimo in bici, e quelli più tradizionali, simili agli skateboard, ma funzionanti a batteria ricaricabile, dove il peso dell’utilizzatore indirizza il movimento. È entusiasta di darci tutte le informazioni che ha, non esita a raccontare esempi e aneddoti dell’uso che lui stesso fa di questo apparecchio nel tempo libero e delle particolarità tecniche racchiuse nelle versioni recenti: capacità di affrontare pendenze oltre 30°, versatilità di spostamento e semplicità.

È rassicurante nei modi e nei contenuti, soprattutto quando racconta che, grazie agli stabilizzatori integrati, non servono particolari abilità di equilibrio. Unico accorgimento, tenere d’occhio il livello di batteria per essere sicuri di tornare a casa su ruote. Il marchio consigliato: per la categoria smartboard (quella senza manubrio, diversa da hoverboard che ne è invece dotata), è Kawasaki. Ci colpiscono il tempo che ci dedica, l’ascolto e la pazienza. Passiamo alle lavabiancheria. A domande partiamo bene, con una commessa che si informa su chili e numero di familiari. Poi si lancia sicura su una Bosch. Altrimenti una Electrolux o una Samsung o una LG.

Parte dalla fascia alta ma inciampa su prezzi e sconti, insistendo su una LG in offerta a 379 euro. Spiega la comodità del turbolavaggio, veloce anche se più dispendioso di altri programmi, e del motore Inverter. “Non serve – dice – una Miele, giacché con mille euro si prendono lavatrice e asciugatrice”. La lavasciuga no, non la consiglia, ché in caso di guasti bisogna mandare tutto in assistenza. Grande empatia e simpatia, buona preparazione sui prodotti con qualche cenno di troppo alle offerte speciali. Una pecca, questa, compensata dall’attenzione e dai consigli personalizzati.

Ambiente voto 6,5
Accoglienza voto 6
Informazione prodotti voto 5
Disponibilità e competenza addetti voto 7

Torneremmo ad acquistare in questo negozio, ma non come prima scelta. PROMOSSO

Piastra per capelli by Ga.Ma

piastra per capelli in azioneMEDIAWORLD
Quasi irriconoscibile, il terzo negozio della nostra incursione, in cui entriamo alle 19,20. Un cantiere aperto e un caos generale ci spingerebbero a un sano dietrofront se solo non avessimo la curiosità di girovagare tra i lineari. Mentre notiamo a destra una grande tenda verde che nasconde una parte della superficie, quasi inciampiamo su un cumulo di scatoloni impilati al centro del passaggio. C’è un clima polveroso, tre addetti dietro al bancone non salutano mentre una decina di clienti si accalcano attorno.

In attesa per un climatizzatore facciamo amicizia con altri visitatori in fila da 20, 30, 35 minuti. Dopo un piantonamento di un quarto d’ora ci spiegano che nei portatili si parte dai 299 euro per un prodotto dai 9000 Btu di Olimpia Splendid, costruttore che si occupa solo di climatizzatori portatili (errore), di superiore c’è il Pinguino De’Longhi. Argo offre la stessa qualità di Olimpia. Tutti gli altri, come Samsung e Mitsubishi, sono costruttori di condizionatori fissi. Ha fretta, si guarda intorno e quando vede la fila dietro di noi emette rumorosi sospiri.

Nel settore hair care chiediamo di una piastra per trattare capelli crespi. L’addetto si scusa, ma lui non ha capelli e quindi non sa aiutarci. Chiama in soccorso una collega, la informo che ne abbiamo già acquistata una ma non siamo soddisfatti. Senza porre domande sentenzia che ci serve una Philips o una Imetec o anche una Rowenta. Poi, dopo un silenzio eterno, inizia a scansionare i codici a barre dei prodotti con lo smartphone. Legge le caratteristiche in tono monotona con lunghe pause di riflessione, non ci guarda mai in volto, non sorride, non interagisce. Poi, pur restando lì, passa la palla a un’altra collega. La quale punta dritto a Ga.Ma. ma non conosce le caratteristiche del prodotto: a sondare le caratteristiche della piastra in tormalina mi si risponde che è buona, e poi il prezzo è ottimo, infatti prima costava un’ottantina di euro. E all’obiezione sui ricci (la piastra è solo lisciante) ribatte che tanto con tutti i modelli bisogna lavorare un po’ prima di ottenere una chioma di boccoli.

Tempo esaurito, si vede, perché in un istante mi piazzano il prodotto in mano. Come se avessi già scelto di acquistarlo. Rispondo che in realtà ci vorremmo pensare, e loro scoppiano in una risata corale. Ne apprezzo almeno l’ironia. Nell’avviarci all’uscita costeggiamo scaffali sporchi e deserti. Di tre o quattro lineari di tablet e pc solo il primo dall’alto è abitato, il resto è degrado.

Ambiente voto 4
Accoglienza voto 5
Informazione prodotti voto 5
Disponibilità e competenza addetti voto 5

Non torneremmo ad acquistare in questo negozio. BOCCIATO

Leave A Comment

Your email address will not be published.