Vivere la casa con stile

Il design di ZPSTUDIO – fra tradizione e avanguardia

di Marta Santacatterina.

Esistono delle forme logiche, delle forme antiche che rispondono perfettamente – da centinaia d’anni quando non da millenni – ai bisogni delle persone. Utensili quotidiani vengono spesso ritrovati in scavi archeologici dai quali spuntano ciotole, cucchiai, coltelli che assomigliano molto da vicino agli oggetti che ciascuno di noi usa tutti i giorni: questo è stato il punto di partenza per Matteo Zetti ed Eva Parigi, di ZPSTUDIO, i quali hanno progettato una linea caratterizzata dalla bellezza essenziale, dalla semplicità assoluta delle forme e che prende spunto dai preziosi reperti conservati presso il Museo di etno-antropologia dell’Università di Firenze.

Una “riflessione sul design riletto dal suo grado zero: da suggestioni primordiali, una collezione di oggetti riportati alla luce come tecnofossili del futuro”: così i designer definiscono la collezione Anthropocèni che, dopo la presentazione al Salone del Mobile di Milano, è stata anche tra le protagoniste di una mostra curata da Alexa Holzer e allestita presso il Museo di storia naturale di Graz.

Contenitore in rame con manico della collezione Anthropocèni di ZPSTUDIO

vaso con manico in rame

Gli oggetti antichi, provenienti da ogni parte del mondo, diventano quindi i modelli per una produzione che impiega materiali sintetici ed elastici stampati in 3D, legno di faggio lavorato con tecnologie innovative, acciaio satinato o rame verniciato a smalto. Le referenze comprendono un contenitore in terracotta colorata con fascia superiore a motivi geometrici in rilievo ispirato a un vaso con piede usato per la conservazione e la cottura dei cibi in Eritrea dalle popolazioni di lingua Amhara, risalente al 1905.

Una mezzaluna e mannaia da cucina che deriva all’ascia con tagliente d’osso – usata per spaccare il ghiaccio – degli Inuit della Groenlandia Orientale. Un coltello-mezzaluna simile all’esemplare femminile in rame “ulu”, destinato alle bambine Inuit per scopi didattici e datato prima del 1931.

Set di posate della collezione Anthropocèni di ZPSTUDIO

posate per la cucina in legno

Non mancano le posate: un cucchiaio da portata e un set che si ispira a un mestolo nigeriano del 1910 ricavato da una zucca tagliata. Infine, tra gli oggetti della collezione, citiamo la rotondità del contenitore in rame con manico – il cui “originale” fu ricavato attorno al 1870 in Brasile dall’esocarpo di un frutto poi verniciato di nero – e il vaso Abrek, in terracotta a base rettangolare, tipico delle abluzioni rituali musulmane in Eritrea.

Raffinatissima e suggestiva per i suoi forti richiami a un passato indubbiamente archetipico, la collezione Anthropocèni, come da tradizione dei designer, ha un legame profondo con l’artigianato e coinvolge diverse discipline per l’elaborazione di forme quanto più possibile perfette e funzionali, coniugando la sapienza antica con le potenzialità dell’innovazione tecnologica.

La serie Diogenèa – A tale of bowls di ZPSTUDIO

ciotole di design in vari materiali

Ulteriore dimostrazione è la serie Diogenèa – A tale of bowls che, anno dopo anno, intende valorizzare i materiali e le tecniche di lavorazione di un territorio italiano (nel 2017 si è scelta la Puglia, ora il lavoro si sta concentrando sulla Sicilia): si tratta di ciotole dalla forma identica, realizzate in serie limitata da artigiani italiani in 25 materiali diversi e peculiari della zona da cui provengono, tra cui il marmo di Carrara, la pietra ollare, il bronzo grezzo, il carbone, oltre all’erba palustre e all’uncinetto.
Ancora un perfetto equilibrio, quindi, tra alto artigianato, ricerca e design che si concentra e si sublima all’interno della semplice, eterna forma della ciotola.

Vaso Abreck di ZPSTUDIO

vaso di design colore nero ceramica

Prezzi. Il vaso Anthropocèni in terracotta e nylon ha un costo di 750 €; la brocca della stessa collezione viene venduta a 250 €, mentre le ciotole della serie Diogenèa costano da 125 € per quella in canne intrecciate a 330 € per quella in carbone.

Per tutte le info sui prodotti e dove acquistarli – zpstudio.it

Matteo Zetti ed Eva Parigi di ZPSTUDIO

ritratto dei due designer di zpstudio

Nell’immagine di copertina, Collezione Anthropocèni di ZPStudio.

Leave A Comment

Your email address will not be published.