Vivere la casa con stile

Icone di Design – Marco Zanuso

di Federica Mentasti.

Ieri ricorreva l’anniversario della nascita di Marco Zanuso (14 maggio 1916), nome di spicco del design italiano nonché pioniere delle sperimentazioni del dopoguerra, incentrate sulle prime ricerche legate al design industriale e alla produzione di massa. Molte delle sue creazioni sono tuttora in produzione, vere e proprie icone di design che hanno saputo sopravvivere e adattarsi ai cambiamenti del tempo e della tecnologia.

Marco Zanuso in una foto d’epoca

marco zanuso designA partire dal dopoguerra, il mondo del design subì drastici cambiamenti legati all’avvento dei nuovi materiali plastici e – per le apparecchiature elettroniche – di nuove componenti miniaturizzate. Zanuso si propose tra i principali interpreti di questo cambiamento, coniugando nelle sue creazioni le nuove possibilità tecnologiche con considerazioni di tipo estetico e comunicativo.

Le prime sperimentazioni in questa direzione le ebbe con Arflex, azienda fondata nel 1947 e volta alla pioneristica sperimentazione della gommapiuma e dei nastri elastici nel settore dell’arredamento. Negli anni della fondazione, Zanuso fu tra i principali collaboratori e dal dialogo tra azienda e designer, e nacque la poltrona Lady. Medaglia d’oro alla IX Triennale di Milano (1951), la poltrona si presentava assolutamente innovativa non solo nella scelta dei materiali, ma anche nel processo produttivo: ispirandosi alla produzione automobilistica, le diverse componenti erano realizzate separatamente e assemblate solo alla fine.

Le Poltrone Lady e Antropus della collezione Cassina.

poltrona designL’innovazione tecnologica era accompagnata anche da una raffinata ricerca estetica che, raccogliendo l’eredità del movimento moderno, mirava al raggiungimento di una forma pura ed essenziale. Proprio su queste basi, la poltrona – assieme alla cugina Antropus – è stata inclusa nella collezione “I Maestri” di Cassina, e viene tutt’oggi riproposta  sia nella sua variante originale, sia con una nuova selezione di tessuti creati da Raf Simons.

Radio Cubo, Brionvega: il modello storico.

cubo brionvegaAccanto all’arredamento, Zanuso si occupò anche di apparecchiature elettroniche, ed è proprio in questo settore che realizzò la sua creazione più iconica: Radio Cubo. Ideata in collaborazione con Richard Sapper, venne lanciata da Brionvega nel 1964 e incarna alla perfezione sia la ricerca estetica già esplorata nel mondo dell’arredo, sia le nuove possibilità – estetiche e tecnologiche – svelate dalle nuove componenti microelettroniche.

In Radio Cubo la compattezza dei comandi e delle componenti si sposa con un design fresco e innovativo, che  sfoggia i colori sgargianti tipici degli anni Sessanta e Settanta. Se da un lato la sezione interna ha subito variazioni legate agli sviluppi tecnologici, il profilo esterno, riconducibile a un parallelepipedo smussato, è ormai un cult nell’immaginario comune. Non per niente Brionvega continua a perpetuarne la produzione lasciandone invariata la sagoma, ma adattandola alla tecnologia contemporanea.

Radio Cubo, Brionvega: la variante contemporanea

cubo brionvegaLa nuova Radio Cubo infatti riprende fedelmente l’estetica dell’originale, ma si presenta con un moderno sistema acustico, connessione bluetooth, radio sveglia e un’uscita per cuffie. Inoltre, la palette originale (arancio, rosso, bianco e nero) è stata arricchita da nuove varianti cromatiche e dalla possibilità di personalizzarla in un’originale combinazione bicolore.

Info e Prezzi

Poltrona Lady, Cassina

Poltrona Antropus, Cassina

Radio Cubo, Brionvega

 

 

 

Salva

Salva

Leave A Comment

Your email address will not be published.