Vivere la casa con stile

Monobloc – A Chair for the World al Vitra Museum

La mostra Monobloc – A Chair for the World intende esplorare per la prima volta la storia e il significato culturale della sedia di plastica. Dal 17 Marzo al 18 Giugno, 20 pezzi emblematici dell’evoluzione della sedia “Monobloc” saranno in mostra allo Schaudepot, il nuovo spazio espositivo del Vitra Museum (Weil am Rhein, Germania).

Un classico modello di sedia in plastica

sedia plastica da esterno

L’idea del “Monobloc” (ossia di ricavare l’oggetto a partire da un unico blocco di materiale) fu resa possibile in una singola fase di produzione grazie all’avvento delle materie plastiche negli anni Cinquanta;  una strada aperta dalla storica Panton Chair, realizzata da Verner Panton per Vitra nel 1967. Seguirono la Bofinger Chair di Bätzinger, la Selene di Magistretti, la Fauteuil 300 di Massonnet….

Da sinistra a Destra: Panton Chair (Verner Panton, 1967), Selene (Vico Magistretti, 1968), Fauteil 300 (Henry Massonnet, 1972)

sedie plastica design

La sedia di plastica è un arredo onnipresente in ogni parte del mondo, grazie soprattutto alla funzionalità e al prezzo contenuto che l’hanno resa una presenza costante nella vita di milioni di persone. Negli anni Ottanta si diffusero innumerevoli varianti, rendendo così la sedia in plastica la quintessenza del prodotto di massa e, in quanto tale, un simbolo di arredo economico e democratico.

La versatilità della Bofinger Chair illustrata in alcune pubblicità d’epoca

sedie plastica casa vintage

Ad anni di distanza si svela però anche l’altro lato della medaglia: il problema di una produzione non più sostenibile proprio a causa del consumo di massa.  Le ricerche più recenti come la Cafè Chair (2006) e Respect Cheap Furniture (2009) riflettono bene l’ambivalenza del prodotto all’interno della società contemporanea.

Interpretazioni contemporanee: a sinistra sedia Myto (Konstantin Grcic, 2008), a destra Respect Cheap Furniture (Martí Guixé, 2009)

sedie plastica

Il punto di arrivo è oggi la Monothrone di Martino Gamper, un pezzo realizzato appositamente per la mostra e che per ora può considerarsi l’ultima riflessione intorno alla filosofia del Monobloc.

Monobloc – A Chair for the World
Vitra Schaudepot – Charles-Eames-Straße 2, Weil am Rhein, Germania
17 marzo – 18 giugno

Leave A Comment

Your email address will not be published.