Vivere la casa con stile

Il bagno secondo gli italiani – ecco il sondaggio

Secondo lo studio di Houzz.it, la piattaforma online che si occua di progettazione e ristrutturazione d’interni e di esterni, gli italiani trascorrono molto tempo in bagno, spesso accompagnati dai propri dispositivi mobili, e prediligono, anche per questa stanza, arredi tecnologici. La ricerca, condotta su circa 600 proprietari di casa italiani che utilizzano Houzz, conferma una certa vanità degli italiani, con il 62% dei nostri connazionali che trascorre ogni giorno dai 30 ai 60 minuti in bagno, seconda solo a quella del popolo tedesco (65%). La Danimarca, invece, risulta all’ultimo posto (46%).

ipad tablet utilizzo in casa sondaggio

Ma il bagno non sembra essere uno spazio adibito solamente all’igiene personale e alla cura del corpo. Oltre i due terzi degli intervistati, infatti, utilizza smartphone o tablet in questa stanza almeno una volta alla settimana (72%): nel dettaglio, il 35% per controllare la casella di posta elettronica, il 33% per scrivere messaggi e il 31% per dedicarsi alla lettura. Ma la tecnologia trova spazio anche in un altro modo nei bagni degli italiani: dallo studio emerge che in Italia si sta diffondendo sempre più la tendenza ad inserire elementi hi-tech nella stanza da bagno. Il 19% delle docce, il 16% delle vasche da bagno e il 12% dei servizi igienici (wc) recentemente ristrutturati sono dotati di funzioni ad alta tecnologia. In particolare, gli italiani sono al primo posto nel preferire le docce con elementi tech (19%), seguiti dai francesi (18%) e dai giapponesi (17%). Siamo invece al terzo posto mondiale per quanto riguarda la scelta di accessori tecnologici per la vasca (16%), dietro a Giappone (27%), USA e Russia (19%). Per i servizi igienici (wc) invece, senza considerare i giapponesi che, come tutti sanno, sono ineguagliabili in quanto a tecnologia (89%), in Europa i più innovativi sono i tedeschi (28%) e gli spagnoli (19%).

Nell’immagine sotto, soluzione arredo bagno Magnetika by Ronda Design – rondadesign.it

ronda design arredo bagno mensole magnetiche

Da amanti del bello, si scopre che i proprietari di casa stanno investendo in dettagli di lusso per la stanza da bagno, ad esempio la doccia a pioggia (69%), la vasca da bagno per due persone (24%) e wc a doppio scarico (42%).

Inoltre dalla ricerca emerge che:

  • Personalizzazione: la motivazione più ricorrente che porta a ristrutturare il bagno è il desiderio di personalizzare a proprio piacere una casa appena comprata (43%), seguito dal deterioramento del vecchio bagno (30%). Quasi un quinto sceglie di rinnovare per la necessità di adattarsi a recenti cambiamenti di stile di vita avvenuti in famiglia (16%).
  • I miglioramenti più diffusi: la maggior parte decide di rinnovare principalmente rubinetti e altri impianti idraulici (85%), pavimenti (82%), sostituire il lavabo (81%) e l’impianto d’illuminazione (77%) o effettuare lavori di muratura (85%).

  • Budget vs spesa: un rispondente su quattro spende dai 1.500 ai 3.500 € (24%), avendo stanziato un budget pressoché rispondente (27%). La maggior parte (47%) spende più di 5.000 €, ma il 32% sostiene che i budget stanziati non sono sempre allineati alle spese effettive.

  • Professionisti ingaggiati: nella maggior parte dei casi (86%) vengono ingaggiati professionisti per portare a termine i progetti di ristrutturazione: tecnici specializzati – come elettricisti, idraulici e piastrellisti – (58%), architetti (33%) e ristrutturatori di bagni (15%).

Nell’immagine sotto, lavabo della collezione “bagno di colore” by Ceramica Globo – ceramicaglobo.com

arredo bagno lavabo classico design

Nell’immagine di copertina, mobili da bagno Lineò by Arblu – arblu.it

Leave A Comment

Your email address will not be published.