Vivere la casa con stile

Icone di Design – Christopher Dresser

di Federica Mentasti.

Quando si pensa al design ottocentesco l’immaginario collettivo si rivolge subito agli interni dal pesante gusto barocco o alle tazzine impreziosite da fiori e bordini dorati. Ma c’è anche dell’altro, prova ne è Christopher Dresser, designer originario di Glasgow e attivo durante l’epoca vittoriana. Oggi scomparso da ben 112 anni (24 novembre 1904), svetta ancora tra i primi e principali interpreti del design in senso moderno, anticipando – e preparando in un certo senso – i successivi sviluppi del XX secolo.

christopher dresser

Tra i designer della sua generazione è probabilmente l’unico a poter vantare pezzi ancora oggi in produzione e soprattutto ancora associabili ad oggetti contemporanei: la semplicità e il rigore del suo servizio da tè non hanno nulla da invidiare alle loro controparti attuali. Potrebbero facilmente essere scambiati per l’ultima novità del catalogo Alessi piuttosto che repliche di un design storico ormai vecchio di cento anni.

teiera design

Dresser era un esperto conoscitore delle tecniche di lavorazione del metallo. Fu anche uno dei primissimi designer europei a visitare il Giappone. La semplicità del design nipponico lo orientò verso un gusto minimalista e lo spinse alla ricerca di un connubio tra estetica e funzionalità. Dresser abolì così qualsiasi ornamentazione superficiale lasciando che fossero le caratteristiche più essenziali dell’oggetto – come per esempio i giunti o il materiale stesso – a definirne le qualità estetiche.

porta toast acciaio design

Una lezione semplice eppure di fondamentale importanza per tutto il design moderno e contemporaneo, ancora fortemente imperniato proprio su questi stessi concetti. Il servizio da tavola di Dresser ha potuto così arrivare ai giorni nostri dimostrandosi un oggetto ancora idoneo e perfettamente fruibile ancora oggi. E di cui pochi saprebbero indovinare la vera età.

vassoio e porta toast acciaio

Alessi ha rimesso in produzione gli oggetti di Dresser a partire dal 1991 e continua a riproporne repliche in argento, prodotte rigorosamente a mano e in edizione limitata.

Leave A Comment

Your email address will not be published.