Vivere la casa con stile

Illuminazione – a sospensione, a parete, da terra o da tavolo?

Quanti tipi di illuminazione per la casa esistono? Sono quattro in tutto: a sospensione, a soffitto o da parete, da terra e da tavolo. Per fare un po’ di chiarezza, li illustreremo aiutandoci con delle foto.

A SOSPENSIONE. Sono tutte quelle lampade che scendono dal soffitto per illuminare un piano sottostante, come ad esempio un tavolo o un piano d’appoggio. Di innumerevoli forme e materiali, oggi hanno linee decisamente più sofisticate e di design rispetto ai tradizionali lampadari a braccio che una volta si usavano soprattutto in soggiorno e nelle camere da letto.

Lampada a sospensione Aura – be.emanuelgargano

lampada sospensione design

DA TAVOLO. Sono le lampade che vengono posizionate su tavolini del salotto, comodini o sulle scrivanie. In una stanza contribuiscono a creare un’atmosfera più raccolta e intima, ed è proprio per la loro caratteristica di non avere una luce troppo invasiva e diretta che sono scelte per gli angoli lettura o posizionate accanto al comodino del letto. Talvolta chiamate anche abat jour stanno a indicare quelle con paralume o specifiche da comodino.

Lampada da tavolo Cado – be.emanuelgargano

lampada tavolo design

DA TERRA. Sono quelle lampade che hanno una piantana, partono da terra e sostengono qualche oggetto o struttura. In genere sono dotate di un dimmer, un variatore di luce che regolano l’intensità luminosa che può andare dalla penombra o semi oscurità alla massima luminosità, quel che si dice “illuminare a giorno”.

Lampada da terra Morale – be.emanuelgargano

lampada terra design

DA PARETE. L’ultima tipologia di illuminazione è quella da parete o a soffitto e in genere si tratta di applique murali con o senza bracci. Sono utilizzate in tutti gli ambienti di casa, sia indoor che outdoor, spesso in combinazione con altri tipi di lampade (da terra, da tavolo o a sospensione).

Lampada da parete Eremo – be.emanuelgargano

lampada parete design

Nell’immagine di apertura lampada North by e15 nelle versioni terra/tavolo, sospensione e parete.

Pulire le lampadine

Quando spolverate le lampade di casa ricordate che per avere sempre una luce nitida, il consiglio è quello di pulire regolarmente anche le lampadine, almeno ogni due mesi.  Se sono facilmente accessibili possono venire pulite senza smontarle, ovviamente spente. Altrimenti, staccate l'interruttore della luce e svitate la lampadina quando è fredda. Quindi tenendola dalla parte metallica, passate il vetro con uno straccio asciutto e rimettete la lampadina al suo posto. Stessa cosa per i tubi al neon.

Leave A Comment

Your email address will not be published.