Vivere la casa con stile

Baby party in casa

di Cristina Isacco, etiquette coach e presidente di Academy for ladies.

Le giornate soleggiate e l’ora legale invogliano ai festeggiamenti soprattutto per i più piccini che finalmente possono giocare (tempo permettendo), soprattutto sul terrazzo o in giardino, dopo il grigiore invernale. Ben vengano dunque le festicciole di compleanno a domicilio, un tempo tanto in voga, oggi meno frequenti. Sia che vi affidiate ad un professionista per organizzare l’evento (ve lo consiglio vivamente) sia che facciate tutto da soli, sarà il caso di dare una ripassatina alle buone maniere.

Fermo restando che, se siete persone che non hanno confidenza con la ciurma di bambini festanti che sicuramente invaderà la vostra casa, sarà il caso di lasciar perdere l’impresa. Se la festa è riservata ai piccini non accompagnati, procuratevi almeno una babysitter che sorveglierà i piccoli ospiti anche nel caso abbiate chiamato un gruppo di animazione. Anche se pensate di poter fare tutto da sole come Mary Poppins con un tocco di magia, credetemi non ce la fareste mai.

Assicuratevi che il bagno sia in ordine e pulito, con asciugamani e sapone a disposizione. Non lasciate per casa oggetti facilmente infrangibili, basta un attimo di distrazione che il cimelio di famiglia venga irrimediabilmente distrutto anche se fossero presenti i genitori dei piccoli. Se siete voi gli invitati con i vostri figli, vigilate su di loro affinchè non si comportino da selvaggi e vi facciano fare brutte figure.

Informatevi sulle intolleranze alimentari o eventuali allergie di cui i piccoli possono soffrire. Una raccomandazione è doverosa : se lasciate i vostri figli ad un baby party, ringraziando il cielo che per qualche ora siete libere di respirare, andateli a recuperare all’orario prestabilito con una certa. Anche questo è sintomo di buona educazione e soprattutto cordialità per chi se li è sorbiti seppur col sorriso sulle labbra per alcune ore.

Leave A Comment

Your email address will not be published.