Vivere la casa con stile

Vito Nesta, Vegetable Collection

Come spesso mi accade, mi arriva una email, la apro e la leggo (si, lo faccio con tutto quello che ricevo) e guardo le foto, molto belle. Mi incuriosisco e leggo di che si tratta. Vito Nesta, pugliese di origine e milanese di adozione, si laurea in Interior Design a Firenze. Designer, art director, arredatore e artigiano, Vito è animato da una grandissima curiosità per le culture più diverse. Il viaggio è la costante della sua formazione, sempre alla ricerca di immagini sospese tra design e artigianato che lui intende come sapiente cultura del fare e anima della creatività. Curioso e incuriosito da tutto quello che gira intorno al pensiero progettuale, spaziando dalla grafica all’architettura, dalla fotografia alla pittura.  Oggi collabora con Riva 1920, Sforzin , Roche Bobois, Karpeta, Bagutta e Cadriano.

Ed è la sua collaborazione con Cadriano che oggi vi racconto. Cadriano è una cittadina in provincia di Bologna. Nel 2005, Luca Pennini e Nicola Caracciolo, esperti nella realizzazione di arredi su misura, fondano TLG Legno.  A seguito di un incontro con Vito Nesta e l’esperienza maturata lavorando il legno, Pennini e Caracciolo decidono di dar vita ad un nuovo marchio dal nome Cadriano, da cui nasce la prima collezione “Vegetable Collection”. Un progetto che mira ad una massima accuratezza di stile in bilico tra abilità, arte, passione, dedizione per il prodotto che anela alla bellezza.

“Collaborare con TLG legno è stata per me un’opportunità speciale – racconta Vito –  abbiamo subito iniziato a parlare di una collaborazione sul tema dell’abitare nel bello e della qualità dei materiali e dei processi produttivi. Ho scelto questo nome, Vegetable Collection, per la prima collezione perché ho voluto dare a questo primo progetto la forza primordiale della natura disegnando dei mobili le quali gambe, elemento fortemente caratterizzante del design, non sono altro che giovani fusti di piante in divenire. Storti e ritorti nell’atto della crescita, ma forti ed elastici come il migliore arco da caccia. Prodotti in rovere questi mobili sono declinati in forme e dimensioni diverse, dalla piccola ghianda, tavolino da compagnia, a Mattush, una grande madìa quadrangolare a Veritas, il tavolo del simposio, dove tutte le verità vengo a galla”.

Adesso parliamo un po’ delle creazioni. Foto sotto, madia verticale “MATTUSH”, nome orientale del rovere, è il cuore pulsante della collezione, patriarca solido e inflessibile tiene sotto la sua ala tutti i suoi figli.

design

Sotto a sinistra, tavolino piccolo “GHIANDA”, frutto e seme della rovere, è il piccolo tavolo grazie al quale la quercia nasce, vive e si moltiplica, in una sorta di panacea universale, rimedio di tutti i mali.  A destra, tavolo rotondo “ROVER”, nome del legno naturale, sfrutta la potenzialità di calore e autenticità del materiale, che nascendo predica la legge primigenia della vita.

design

E qui il designer Vito Nesta – vitonesta.com

design vito nesta

Nell’immagine di apertura: Madia orizzontale “PETRA” – nome latino del rovere, si ibrida da Mattush slanciandosi e allungandosi come un fusto senza foglie.

Leave A Comment

Your email address will not be published.