Vivere la casa con stile

Forno, manutenzione e pulizia

Dopo aver affrontato manutenzione e pulizia di cappa, frigorifero , lavastoviglie e lavatrice, adesso è il turno del forno.

La manutenzione e pulizia del forno, sia elettrico, a gas o microonde, è una procedura importante e fondamentale per garantire il corretto funzionamento dell’elettrodomestico e per mantenere un’igiene complessiva compatibile con la cottura dei cibi. Quando infatti si cuoce qualunque pietanza ad alta temperatura, i grassi contenuti evaporano e tendono a depositarsi sulle pareti interne del forno. Il consiglio è quindi quello di pulire accuratamente il forno dopo ogni uso.

PULIZIA DEL FORNO ELETTRICO O A GAS

E’ sempre consigliabile utilizzare dei prodotti specifici per la pulizia dei forni, in particolare quando non si presta molta attenzione alla pulizia e l’accumulo di grassi e sporcizia all’interno è notevole. Sarebbe meglio però fare una pulizia periodica, almeno una volta a settimana. In questo caso si possono scegliere anche delle strade naturali e pulire ad esempio l’interno con una miscela di acqua e bicarbonato o acqua e limone, lasciando agire la soluzione per qualche minuto sulle parti più incrostate per poi sciacquare con acqua e asciugare con un panno in microfibra. Importante è sciacquare sempre e asciugare per non lasciare residui di soluzioni pulenti. Non dimenticate che poi cuocerete di nuovo l’arrosto della domenica e se il sapore si avvicinerà al detersivo utilizzato, saprete il perché. Pagliette e spugne abrasive vanno utilizzate esclusivamente per le griglie e non sulle pareti.

PULIZIA DEL FORNO A MICROONDE

Per effettuare una corretta pulizia, anche qui potete scegliere di utilizzare prodotti già pronti o affidarvi a soluzioni naturali. Innanzitutto rimuovere tutte le parti mobili, dalle griglie ai piatti girevoli. Questi accessori infatti potranno essere puliti a parte e lasciare tutto lo spazio per agire comodamente all’interno. Nel forno a microonde, la pulizia di solito è più semplice e veloce rispetto a un forno tradizionale, sia per le dimensioni inferiori che per un utilizzo comunque diverso. Basterà quindi dotarsi di un panno in microfibra e passare tutte le pareti interne con una soluzione di acqua e aceto o acqua e limone. Anche qui sarà fondamentale risciacquare e asciugare per non lasciare residui che potrebbero contaminare i cibi. In alternativa potete mettere all’interno del forno una ciotola (adatta alla cottura a microonde) con acqua e spicchi di limoni, facendo andare il forno alla massima potenza per cinque minuti. Alla fine la condensa sviluppata si depositerà sulle pareti e non dovrete fare altro che pulire e asciugare con il solito panno in microfibra.

Come sempre, riportiamo la raccomandazione dell‘Istituto Italiano del Marchio di Qualità (IMQ), che sostiene l’importanza di trattare con cura i nostri elettrodomestici per una maggiore sicurezza personale e della nostra casa.

Elettrodomestici, al momento dell'acquisto

Come suggerisce anche l'Istituto Italiano del Marchio di Qualità (IMQ), quando si acquista un elettrodomestico, è bene tenere conto dei seguenti punti: • Valutate la disponibilità di eventuali pezzi di ricambio. • Accertatevi che il modello non sia in procinto di uscire dal mercato. • Siate certi dell’esistenza di centri di assistenza autorizzati facilmente raggiungibili. • Ricordate che la garanzia sul prodotto deve essere di almeno 2 anni e che, in caso di difetto, il termine per la denuncia è 60 giorni dall’acquisto. • Leggere sempre attentamente il libretto di istruzioni prima di installare e mettere in funzione un elettrodomestico.

Leave A Comment

Your email address will not be published.