Vivere la casa con stile

Bucato e dintorni

Nell’ordinare un bucato poche regole salvano capi e risparmiano pianti per la perdita e distruzione dei propri vestiti preferiti. Quando ci si avvicina all’oblò della lavatrice, spesso si ha il terrore di sbagliare. Come fare? Partendo dall’aiuto dato dalle etichette – ricordate il nostro articolo? – semplici accorgimenti e la non trascurabile logica garantiranno un risultato perfetto. Il primo passo è la divisione corretta e un piccolo diktat da fissare nella mente: svuotare le tasche. Per tutto il resto, niente paura, non servono appunti, basta un colpo d’occhio.

lavatrice

Partendo dalla sempreverde legge della divisione tra capi bianchi e scuri, l’altro accorgimento da tenere in mente è quello di separare i capi delicati e “più puliti” – biancheria e tessuti leggeri – da quelli più pesanti e sporchi come jeans, pantaloni e indumenti da lavoro. Tessuti stampati e pantaloni vanno rivoltati, sempre, perché non perdano colore e decori. Per salvaguardare vestiti e lingerie delicati, basta infilarli in una federa per proteggerli. Detto ciò, non resta che ricordarsi di non caricare troppo la lavatrice, non usare una quantità di detersivo e ammorbidente eccessive e il gioco è fatto.

panni bucato

I lavaggi veloci a 30° sono l’ideale per la biancheria poco sporca e delicata, oltre che la scelta giusta per la lana, senza dover per forza eliminare la centrifuga, e per i capi scuri e sintetici. I 40° sono il cavallo di battaglia adeguato più o meno per tutto, soprattutto in presenza di carichi frequenti e uso di candeggine e igienizzanti, utilizzabili sempre e comunque senza patemi d’animo. In presenza di abiti davvero sporchi, strofinacci, lenzuola troppo usate e tappeti arrivano i 60° e l’uso del detersivo in polvere, perché a basse temperature si rischia di trovarne ancora traccia. Proprio per questa ragione è sempre consigliabile il detersivo liquido. Il lavaggio a 90° non è quasi mai necessario se non in presenza di qualcosa di davvero sporco. Un ultimo accorgimento: stendere immediatamente il bucato e aiutarsi con le mani a tirare i tessuti: si eviteranno deformazioni e brutte pieghe difficili da eliminare.

Leave A Comment

Your email address will not be published.