Vivere la casa con stile

A carnevale ogni scherzo (non) vale

di Cristina Isacco, etiquette coach e presidente di Academy for ladies.

La tradizione del Carnevale ha origini molto antiche ed è festeggiato nei paesi di cultura cattolica. Dal latino carnem levare che indica il divieto, secondo la prescrizione ecclesiastica del medioevo, di consumare la carne dopo il martedì grasso, che veniva celebrato con un sontuoso e ricco banchetto goliardico, quindi dal mercoledì delle ceneri, fino al giovedì Santo prima della Pasqua, ossia durante la Quaresima. In occasione dei festeggiamenti carnevaleschi era concesso ai cittadini di nascondere la propria identità dietro una maschera ed interpretare personaggi che non rappresentavano la loro vita quotidiana.

Era anche l’occasione per i vari ceti sociali di mescolarsi tra loro e dar sfogo agli eccessi senza i vincoli del proprio status. Caratteristiche del Carnevale erano : l’esagerazione dei cibi, del vino, dei travestimenti e dei piaceri sessuali. Tutti elementi che ovviamente non vengono condivisi dall’ideologia religiosa che invece ne esalta l’aspetto di rinascita, purificazione e penitenza dopo i bagordi. Ai giorni nostri è rimasta la tradizione di mascherarsi, di festeggiare con carri allegorici, partecipare a balli in maschera o magari organizzare degli scherzi in compagnia di amici. Ogni paese ha le sue tradizioni. Non dimentichiamo mai però di comportarci in maniera consona e dignitosa nelle varie circostanze.

Siete invitati ad una festa mascherata ? Ebbene, procuratevi un travestimento perché fare i bastian contrari in questo caso sarebbe del tutto fuori luogo e per niente alternativo. Non eccedete negli scherzi perché chi ne è vittima potrebbe non gradire. Se proprio non potete fare a meno di investire qualcuno con i coriandoli, la schiuma delle bombolette o peggio delle uova, cercate di non accecare nessuno e accertatevi che la persona non sia suscettibile alla goliardia. Alle signore, evitate travestimenti che possano denigrare la vostra dignità e rendervi volgari. Che ci sia sempre un limite alla frenesia senza degenerare. Quanto al trucco, scegliete sempre dei professionisti del settore che usino prodotti di qualità se non desiderate svegliarvi il giorno dopo con una faccia da….carnevale.

Leave A Comment

Your email address will not be published.