Vivere la casa con stile

Nessun imprevisto a tavola

E’ partito il conto alla rovescia -6 alla vigilia di Natale. Nella nostra scaletta delle priorità, lampeggia il punto riguardante la tavola. E’ lei la vera star delle feste, quella che farà esclamare di gioia e di sopresa (o almeno si spera) i vostri ospiti. E il menù? Non preoccupatevi, puntuale come sempre, la nostra food blogger A Fiamma Dolce ci regalerà una preziosa ricetta natalizia da esibire la sera del 24 o per il pranzo del 25.

LA MISE EN PLACE. Ho scelto volutamente la tovaglia bianca (anche se è stato difficile stirarla ed è ben lontana dall’essere perfetta e senza pieghe, ahimé), per impreziosirla ho scelto di sovrapporre una seconda tovaglia ma in pizzo, di Jesurum. Sottopiatti, indispensabili per un pranzo o una cena importante come quella di Natale, fanno parte della collezione Toy’s Delight di Villeroy&Boch, con piccoli decori natalizi che rallegrano il placé.

0002Sopra, sempre della stessa collezione, il piatto piano volutamente non nella stessa tonalità ma con una fascia o falda rossa per conferire una nota colorata alla nostra mise en place. Accanto al piatto, le posate (ho usato un servizio di WMF). A sinistra le forchette il numero dipende dalle portate che avete nel menù – mentre a destra il coltello, vicino al piatto  e con la lama rivolta verso l’interno e infine il cucchiaio, se avete previsto una portata in brodo. Invece, se l’idea fosse stata quella di cominciare con un antipasto, avrei predisposto, al posto del cucchiaio, il coltello apposito, più piccolo rispetto a quello utilizzato normalmente. Non amo riempire il placé di stoviglie e nel momento in cui verrà sparecchiato l’antipasto, verrà posizionata la posata per la portata successiva.

0003

Appoggiato sopra il piatto piano, il piattino per l’antipasto o, se fossimo al termine del pasto, per il dolce. Motivo e colore richiamano il sottopiatto. In questo caso sparirebbe il cucchiaio e ci sarebbe il coltello per l’antipasto o la posata per il dolce. Sopra, leggermente alla destra del piatto, i bicchieri. Il tumbler per l’acqua, il calice per il vino rosso (sempre di WMF) e leggermente dietro il flûte. Anche in questo caso, non esagererei appesantendo il placé con altri bicchieri.

0004

DETTAGLI E DECORI. Il centrotavola che vedete in tutte le foto è una splendida composizione, creata apposta per La casa in ordine, dalla nostra floral designer Alessandra Cellini  che nella sua elegante semplicità, arricchisce la tavola senza appesantirla o, peggio, rendendo difficoltosa la conversazione tra gli ospiti. Infine, come sempre, sono i dettagli a definire e rendere unica la nostra tavola. Basta un piccolo cadeau o, come in questo caso, un rametto di bacche rosse per accendere il tovagliolo.

0005

Completano la nostra mise en place, i decori natalizi sparsi qua e là sulla tavola. L’alberello in ceramica (all’interno una candelina bianca, che verrà accesa quando arriveranno gli ospiti) è di Villeroy&Boch, un acquisto che oramai risale a più di dieci anni fa ma resta uno dei miei pezzi preferiti, da esibire durante le feste. Anche i piccoli porta candele, come i piattini a forma di stella, sono del brand tedesco. Mentre l’elegante caraffa rossa per l’acqua, in cristallo sintetico, è di Mario Luca Giusti. Infine, il vino, servito nel suo apposito portabottiglia (se ne possedete uno in argento, è il momento di usarlo) completerà la mise en place. La tavola è pronta e aspetta voi. Nel frattempo, vi auguro di cuore, un sereno Natale.

0006

 

Le ricette di A Fiamma Dolce

Ravioli ripieni con verdure alla crema di zafferano e arancia

ricetta Per le verdure: 200 grammi di funghi champignons 2 carote 1 patata 1 porro 150 grammi di ricotta Olio extravergine d’oliva sale e pepe bianco q.b. zenzero fresco Prendete le carote e le patate e lavatele per bene. Pelatele e fatele a pezzetti molto piccoli. Versate le verdure in padella antiaderente con un filo d'olio evo insieme al porro e ai funghi tritati finemente. Lasciate cuocere per almeno 20 minuti. Trascorso il tempo, mettete il tutto in una terrina e aggiungete la ricotta setacciata. Mescolate accuratamente fino a ottenere un composto omogeneo, salate, pepate e grattugiate dello zenzero fresco nella quantità che gradite.   Per la pasta: 300 g di farina 00 200 g di semola di grano duro 5 rossi d’uovo un pizzico di sale acqua tiepida se necessaria. Ponete a fontana le farine ben setacciate con il sale su una spianatoia, unite i tuorli e lavorate bene l’impasto dapprima con una forchetta poi con le mani. Eventualmente aggiungete un po’ d’acqua. Lavorate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Tagliate a pezzi e stendete con il matterello ottenendo così una sfoglia di circa 3 mm. Spennellatela con un po’ di albume in modo da evitare la fuoriuscita del ripieno in cottura, prendete il ripieno di verdure e ponetelo a cucchiaiate in fila sulla sfoglia. Richiudete la pasta e, con l’aiuto di un coppapasta oppure di una formina per ravioli, formate delle mezzelune. Ecco pronti i vostri ravioli ripieni di verdura! Ora preparate il condimento nel seguente modo: In una padella ponete 50 g di burro e fatelo sciogliere lentamente. Unite 250 ml di crema di latte fresca, il succo di un’arancia, le zeste della stessa tagliate finemente a julienne, una punta di noce moscata, pepe e sale qb. Fate rapprendere la salsa fino ad ottenere una crema. A parte in un bicchiere con pochissima acqua bollente ponete dei pistilli di zafferano e fate rilasciare il colore e l’essenza. Unite questo liquido alla vostra salsa. In una padella fate caramellare in poco zucchero di canna e burro altre julienne di arancia biologica che serviranno alla decorazione del piatto. Qui la versione scaricabile e stampabile della ricetta.

Leave A Comment

Your email address will not be published.