Vivere la casa con stile

La tecnologia dell’asciutto

L’inverno è lungo, freddo e soprattutto umido, un guaio per il nostro bucato.
Un’alleata sicura per avere subito capi puliti, profumati e asciutti è l’asciugatrice T1 di Miele che non solo si prende cura del nostro bucato ma aiuta a farci risparmiare tempo e avere la casa sempre in ordine. Eh sì, perché chi non ha mai sparso per casa stendini colmi di panni bagnati alla ricerca del punto più caldo e asciutto? Varcare la soglia e trovare un esercito di panni stesi non è esattamente il concetto di casa in ordine.

Vantaggi tecnologi. Le asciugatrici Miele garantiscono la cura perfetta dei capi grazie all’impiego di una tecnologia costantemente all’avanguardia come:
Cestello interno. La struttura interna del cestello a nido d’ape consente alla biancheria di asciugare in maniera uniforme con la massima delicatezza, meno pieghe e, di conseguenza, una stiratura più semplice.
PerfectDry. Con questo sistema brevettato, grazie alla tecnologia a sensori che rileva la percentuale di calcare, si garantiscono capi asciugati alla perfezione, anche quando l’acqua è particolarmente ricca di calcare. Il sistema PerfectDry riconosce la percentuale di calcare presente nell’acqua e imposta l’asciugatura in modo preciso. La biancheria non si asciuga eccessivamente né rimane troppo umida. Si ottiene sempre il grado di asciugatura perfetto per ogni tipo di carico.
Vapore Stiro Facile. Un piccolo lusso in più. SteamFinish che vi aiuterà nella stiratura. Infatti con il programma Vapore Stiro Facile, all’inizio dell’asciugatura, viene immessa acqua nebulizzata all’interno del cestello che viene riscaldata grazie all’aria di asciugatura. Il vapore che ne deriva penetra nelle fibre dei tessuti e distende la biancheria in modo visibile. Et voilà, stirare vi sembrerà un gioco da ragazzi.
Biancheria profumata a lungo. Durante l’asciugatura, i profumatori (disponibili nelle fragranze di Aqua, Cocoon e Nature) conferiscono alla biancheria l’essenza preferita. Le essenze rimangono inalterate per un lungo periodo di tempo con il risultato di una biancheria che profuma di fresco e a lungo.

miele

E adesso sfatiamo un po’ di miti.
L’asciugatrice consuma molto. Il sistema EcoFeedback aiuta a sfruttare tutto il potenziale di risparmio: prima di avviare il programma indica il consumo stimato, durante l’asciugatura e alla fine indica i consumi effettivi, che variano in base al carico. In questo modo, avrete sempre dati concreti su cui basarvi. Il display indica anche lo stato del filtro impurità, perché se questo è pulito la macchina consuma meno.

L’asciugatrice lascia un cattivo odore nel bucato. Grazie al profumatore Miele, in 3 diverse fragranze, durante l’asciugatura donerete alla biancheria il vostro profumo preferito. Il brand affida la produzione dei profumi a un’azienda familiare della Francia del sud, che crea profumi dal 1871. Attraverso un processo brevettato, i profumieri dell’azienda riescono a estrarre le migliori essenze. Risultato: capi piacevolmente freschi e profumo di bucato fino a 4 settimane.

L’asciugatrice rovina i capi. I filtri impurità permettono di eliminare le impurità che sono proprie dell’ambiente esterno (polveri, smog, ect) che invece permangono in un’asciugatura tradizionale e poi, grazie al cestello a nido d’ape, i capi vengono asciugati con molta delicatezza.

miele

Un piccolo grande gioiello della tecnologia al vostro servizio – miele.it

miele

 

Leave A Comment

Your email address will not be published.