Vivere la casa con stile

La tavola che vorrei

Signore e signori, l’eleganza è servita! L’occasione è stata la celebrazione de “La Creazione II – Il genio artistico italiano e la sua unicità nei métiers d’art”, evento organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Parigi per sostenere la cultura, l’arte e le creazioni italiane. La regia invece di questa superba apparecchiatura porta la firma della Maison fiorentina di dinnerware Mario Luca Giusti. Ben trentadue placé, sono stati allestiti nell’imponente (le foto lo dimostrano) Salone Rosa, al primo piano della residenza, utilizzato per i pranzi ufficiali.

002

Vediamo da vicino l’apparecchiatura. L’assenza della tovaglia contribuisce l’effetto riflettente e scintillante delle collezioni in cristallo sintetico, i colori accesi e solari sdrammatizzano l’opulenza degli arredi. In primo piano le coppe verdi della collezione Paolina Bonaparte, completate dalle piccole candele Elefanti arancioni come segnaposto. Per la prima volta fanno la loro apparizione i piatti Saint Tropez, su tovagliette Raffaello blu, nella tonalità giallo per la fondina e il medio, mentre per il piatto frutta è stato scelto il verde.

Al centro e lungo tutta la tavola, le alzate Girasole trionfanti di limoni alternate alle lampade Cleopatra volte a rendere l’atmosfera ancora più accogliente. Le nuove brocche Roberta e le oliere Susy completano l’elegante mise en place.

003

Gli ospiti. Tra i personaggi arrivati ad ammirare gli oggetti della Maison Fiorentina, l’attrice Ines Sastre, l’ex presidente della Repubblica Francese Valery Giscard d’Estaing, SAR la principessa Camilla di Borbone e delle Due Sicilie, l’Ambasciatore d’Italia a Dublino Vanni Adorni Bracesi. A fare gli onori di casa l’ambasciatore Giandomenico Magliano e sua moglie Giada – mariolucagiusti.com

004

Leave A Comment

Your email address will not be published.