Vivere la casa con stile

Arte di ricevere, dicembre no stress

La casa è al centro delle nostre vite, lo sostengo da sempre, e una casa accogliente porta indubbiamente più allegria, e voglia di viverla. Il che non significa abitare in un appartamento uscito direttamente dalla copertina di una rivista patinata. Per casa intendo, la nostra casa – attico o monolocale che sia – arredata secondo il nostro gusto, quella che cambia con noi negli anni. Quella dove ci piace accogliere e ricevere chi amiamo, amici e parenti.

La casa che amiamo decorare per le feste, con luci, profumi e candele, quella dove trascorreremo il Natale, tra risate e scambi di doni. Sempre che lo stress e l’ansia non prendano il sopravvento. E si, perché il tempo è tiranno, e dicembre è dietro l’angolo. Non so voi, ma gli impegni (lavoro e tutto il resto) non concendono molto spazio alla magia del Natale. Quindi come organizzarsi al meglio senza arrivare alla sera del 24 isteriche o isterici e con i regali ancora da incartare?

Semplice, stendete un planning delle cose da fare. Innanzitutto tutto una precisazione, c’è chi il Natale, feste, doni, albero e tutto il resto non lo sopporta, quindi se appartenete a questa categoria smettete di leggere e andate oltre invece chi, come me, non vede l’ora che arrivi, nonostante il poco tempo a disposizione, ecco qualche consiglio per far sì che le prossime settimane siano vissute con gioia e serenità.

Come sempre in questi casi mi piace ricorrere a carta, penna e una tazza fumante di tè (esattamente quello che sto facendo adesso), inoltre tenete a mente che semplicità e buon gusto sono da applicare a tutto quello che farete: albero, decorazioni, mise en place e così via. E adesso ecco la scaletta delle priorità.

SCALETTA PER UN DICEMBRE NO STRESS

  • Redigere la lista degli inviti. Stabilite, calendario alla mano, quante cene prenatalilzie volete organizzare, gli ospiti vanno avvertiti con anticipo. Le settimane sono solo quattro prima del venticinque e tutti siamo presi sotto le feste. Potete anche decidere di organizzare dei dopo cena con dolcetti e panettone oppure un tè per le amiche e un aperitivo per lo scambio di auguri e doni.
  • Albero di Natale. Stabilite una data, se si lavora è ovvio che il momento migliore è nel fine settimana. Se cercate ispirazione per gli addobbi o per le decorazioni di casa, il mondo editoriale sia web che cartaceo possono aiutarvi e sicuramente troverete qualche ispirazione originale.
  • Decori per la casa. C’è chi li ama e chi li odia. L’importante è che contribuiscano a creare quell’atmosfera magica e familiare che si respira sempre a Natale. Certo bisogna non eccedere in quantità, tenete conto dell’ampiezza delle stanze. Addobbi natalizi e qualche candela accesa rendono la casa ancora più calda e accogliente.
  • E adesso veniamo alle questioni pratiche. Dove si terrà il pranzo? Se avete deciso, come quasi tutti, per il salotto dovrete renderlo il più fruibile possibile eliminando il superfluo e creando zone di spazio dove appoggiare regali, vassoi o altro. E il bagno per gli ospiti? I cappotti? Tranquilli, troverete alcuni suggerimenti nei prossimi articoli su come ricevere a Natale.
  • Infine, la tavola di Natale. La star di queste feste. Come scegliere le mise en place del cenone o del pranzo, chi siederà dove? Come ho già detto, un passo alla volta. Alla prossima con qualche suggerimento per albero e addobbi.

Nell’immagine di apertura: oggetti di SIA-homefashion

Leave A Comment

Your email address will not be published.