Vivere la casa con stile

A ciascuno il suo, calice naturalmente

Lanciate un anno fa nei Pasabahce Store di Milano e Parigi con l’intento di dare una nuova forma al cristallo senza piombo, le nuove collezioni di calici da vino Nude sono il giusto equilibrio tra estetica e funzionalità. Risultato di un’attenta operazione di decluttering che ha tolto il superflo al fine di arrivare a quello che il brand definisce la giusta forma, naturalmente a vantaggio del nostro palato.

Ecco la prima delle tre nuove collezioni, si chiama Heads Up e si tratta di una serie di bicchieri del designer inglese Nigel Coates. L’essenza di questo calice rispecchia il suo creatore, sicuro di sé, elegante e molto pratico. Il bicchiere dalla forma ingegnosamente ondulata, presenta una protuberanza che invita a tenerlo nel palmo della mano.

01

La linea è composta dai quattro bicchieri classici da mise en place completa – vino bianco, vino rosso, spumante e acqua (qui vi presentiamo quelli dedicati al vino) – studiati appositamente per creare esperienze sensoriali (sotto a sinistra Heads up e destra Vinifera).

02

Una divisione classica, condivisa anche nella linea Vinifera, caratterizzata da un design dall’estetica curata e leggerissima, dove gli steli, incredibilmente sottili, sorreggono una coppa studiata appositamente per enfatizzare le proprietà aromatiche del vino. Il suo design elegantemente pulito, è la scelta perfetta per ogni edonista del vino (sotto a sinistra Terroir e destra Vinifera).

03

Il vino infatti va assaporato col gusto, con la vista e con l’olfatto. Nella collezione Terroir è la semplicità del design a fare la differenza: il gusto qui è il protagonista assoluto, una goccia nello stelo richiama la fluidità e si contrappone alla pulizia della linea, studiata per gli amanti del vino più appassionati, desiderosi di cogliere appieno ogni qualità del prezioso contenuto (sotto a sinistra e destra Terroir).

04

nudeglass.com

Quando il vino si fa romantico

Il vino raccontato attraverso le figure di un collettivo di illustratrici: è la mappa per degustatori romantici di Quota 101, la bella realtà vinicola sui Colli Euganei della famiglia Gardina. La mappa illustrata è uno strumento nato per chi sceglie un vino per stare bene, per avvicinarsi alla natura, per conoscere un luogo. Dietro il progetto cinque illustratrici scelte per raccontare il vino secondo l'interpretazione dell'azienda di Torreglia, Padova: la tovaglia a quadretti per il pic-nic di Ilaria Falorsi, l'omino in bicletta di Ilaria Faccioli, gli amici seduti sul divano di Giulia Sagramola, la forchetta nel bicchiere di Irene Moresco, i grappoli e le bottiglie rosse di Stefania Tonello. La mappa si presenta come una cartina geografica in un foglio stampato fronte-retro di circa 70 per 50 centimetri ripiegato in un quadrato di 16,5 centimetri di lato. Lo stile è colorato e legato al mondo dell'illustrazione. I contenuti non si limitano ad approfondimenti sull'azienda e sui vini o informazioni turistiche tradizionali. Da una parte c’è la presentazione della cantina con i vini e le persone, dall’altra alcuni suggerimenti sui luoghi per un pic nic, i percorsi da fare in bicicletta, le ricette street food della tradizione veneta da accompagnare ai vini. Non manca un piccolo glossario enoico veneto per i degustatori che arrivano da fuori. Perfetta da sfoggiare a cena con gli amici. Qui la mappa scaricabile in formato pdf ( fronte e retro).

Leave A Comment

Your email address will not be published.