Vivere la casa con stile

Meissen espone Daniel Spoerri

L’arte è servita, a tavola. Quello che vedete in copertina si chiama Gioco D’Onde ed è uno dei due stupendi servizi (l’altro si chiam Swan) in fine porcellana di Meissen 1710, una tra le più antiche ed eleganti manifatture di porcellana europee, usati dall’artista svizzero, Daniel Spoerri, per realizzare L’Opera Terza in esposizione, fino al 30 ottobre, a Villa Meissen, la sede italiana e boutique del marchio tedesco.

L’opera è parte del programma di MEISSEN COUTURE® Art Campus fondato nel 2010 per promuovere, con la collaborazione di pittori, scultori e architetti, la nascita di una nuova creatività attraverso la duttilità della porcellana più pura, in ogni campo delle arti applicate.

Fondatore nel 1967 dell’Eat Art, con cui ha lanciato una riflessione critica sulla nutrizione, tema centrale di Expo Milano 2015, e la dimensione spirituale dell’uomo, il Maestro Spoerri, nel suo nuovo lavoro, mette in scena, come in un teatro, assemblaggi di oggetti realizzando un altro dei suoi famosi tableaux-pièges composti da pezzi prima rotti e poi riassemblati, tavole dove oggetti di uso quotidiano e resti di un pasto vengono incollati seguendo il principio dadaista della trasformazione di oggetti comuni in soggetti artistici.

L’Opera Terza fa parte di un trittico composto da altre due opere, Meissen Porzellan Puzzle realizzato con la stessa tecnica e in esposizione al Padiglione Svizzero ad Expo, e una terza che si trova al m.a.x. Museo di Chiasso dove è da poco stata aperta la mostra intitolata “Daniel Spoerri. Eat Art in transformation”.

VILLA MEISSENMilano, via Monte Napoleone 3 fino al 30 ottobre 2015

porcellana

Leave A Comment

Your email address will not be published.