Vivere la casa con stile

La salute dei fiori

La bellezza, il profumo e il colore dei fiori sono piaceri di cui non bisognerebbe privarsi. E non occorre un giardino o terrazzo per goderne. Basta un semplice vaso da riempire con fiori colorati, sarà in grado di ravvivare ed arredare ogni stanza. Il problema è che una volta “strappati” alla terra i fiori durano molto poco, a meno di non escogitare qualche “trucchetto”.

Innanzitutto prima di metterli nel vaso occorre pulire i gambi e far in modo che spine, germogli o foglie, non entrino in contatto diretto con l’acqua. Fatto questo bisognerà poi recidere il gambo, per metterlo a “misura” nel vaso, con un taglio netto ma obliquo senza schiacciarlo. Questo aumenterà la superficie di assorbimento. Importante rinnovare il taglio ogni due o tre giorni. Per tutte le tipologie che hanno il lattice nello stelo, una volta tagliato il gambo bisognerebbe cauterizzare la ferita con la fiamma di un accendino.

Poi arriva il capitolo acqua. L’ideale sarebbe utilizzarla bollita e fatta raffreddare a temperatura ambiente prima di immergervi i fiori. Poi andrebbe “trattata” per rallentare la formazione dei batteri. Ottima soluzione è quella di mettere un cucchiaino, per ogni litro d’acqua utilizzato, di candeggina. Oppure un’aspirina, sempre per ogni litro d’acqua, o un cucchiaino di succo di limone. Anche un cucchiaino di zucchero permetterà ai fiori di assobire quel nutrimento che ormai non acquisiscono più tramite la fotosintesi.

Importante è tenere il vaso con i fiori lontano dalla frutta e dalla verdura e di notte metterli all’aperto. Naturalmente non esporli alla luce diretta del sole e tenerli lontani da correnti d’aria. Dureranno molto di più.

Leave A Comment

Your email address will not be published.