Vivere la casa con stile

“E” come esattore o estrattore

E’ quella posata dalla forma allungata e sottile che serve per recuperare il midollo all’interno degli ossibuchi e per spolpare i crostacei. Oggi la chiamiamo comumente forchetta o forchettina.

Quella originale, l’esattore appunto, presenta a una estremità un minuscolo cucchiaino leggermente piegato (per estrerrare il midollo) e dall’altra una forchettina con due rebbi incurvati (per la polpa all’interno delle chele dei crostacei dopo averle rotte con l’apposita pinza).

Quanto al nome esattore, non ci sono origini certe. Sembra che il riferimento agli esattori delle tasse ed ai poveri contribuenti spolpati per bene sia puramente casuale.

aragosta

Leave A Comment

Your email address will not be published.