Vivere la casa con stile

A tavola non si parla di..

di Cristina Isacco, etiquette coach e presidente di Academy for ladies.

Fermo restando che la lista degli ospiti sia stata compilata con attenzione, la conversazione a tavola dovrebbe procedere in maniera affabile, serena e piacevole. Spetta al padrone di casa dare l’avvio alla conversazione che non includerà determinati argomenti.

Non si parlerà ad esempio di cibo, soprattutto quello che si sta consumando per non obbligare gli ospiti ad esprimere complimenti di circostanza. Nel caso abbiate gradito, i vostri apprezzamenti saranno rivolti alla padrona di casa nel momento del commiato. Evitate di discorrere di figli per rispetto a chi non ne ha o malauguratamente ne ha perso qualcuno.

Vietato parlare di politica per non innescare delle diatribe tra i commensali. Non si parla di affari o di lavoro, meglio affrontare tali argomenti dopo il caffè, in salotto. Infine la salute, della quale non si parla a tavola per non intristire gli ospiti o peggio costringerli a conoscere i dettagli della vostra cartella clinica tra una portata e l’altra. Dunque, di che parlare? Di viaggi, eventi, cultura. Nel dubbio, tacete che in alcuni casi è molto meglio.

Leave A Comment

Your email address will not be published.