Vivere la casa con stile

Wedding e dintorni

di Cristina Isacco, etiquette coach e presidente di Academy for ladies

Con l’approssimarsi della bella stagione ecco arrivare i primi inviti a matrimoni, comunioni e altre cerimonie. Per le donne, la domanda di rito è: cosa mi metto ? Da tenere ben a mente che non saremo noi le protagoniste dell’evento ma chi ci ha rivolto gentilmente l’invito. E’ buona regola non rubare la scena ai protagonisti. Lasciamo dunque ad altre occasioni quel vestitino pieno di lustrini che ci piace tanto o quel tubino vedo non vedo che in fondo si vede benissimo.

Meglio evitare il nero funereo che menagramo al lieto evento e giacchè ci siamo scartiamo anche il bianco che sarà esclusivo della sposa. Altri due colori che spesso fanno capolino sulle invitate distratte, quanto a buone maniere, sono il rosso ed il viola che rimandano ad un ambito più legato alla seduzione piuttosto che all’amore illibato. Non dimenticate di indossare i collant anche sotto il sole cocente ed in Chiesa togliete gli occhiali da sole che fanno tanto diva ma, lasciatevelo dire, il fotografo non è lì per la coppia sull’altare che si scambia le fedi, avete presente ?

Al buffet che precede il ricevimento, non siate voraci come se fosse imminente una carestia e i bimbi meglio lasciarli a casa con i nonni. Perché imporre la loro vivacità ai poveri camerieri che girano tra i tavoli con piatti e vassoi in bilico precario ? Insomma un po’ di buon senso è ben accetto anche nelle situazioni formali ed il taglio della torta a 22 piani, giusto per essere sobri, ci regala un finale da “e vissero felici e contenti”.

Leave A Comment

Your email address will not be published.