Vivere la casa con stile

Le tasche del gentleman

Non solo l’abito fa il gentiluomo, ma quello che c’è dentro….nelle tasche. E’ doveroso ricordare ai signori in fresco gessato che le tasche dell’abito vanno utilizzate secondo regole precise. Una questione di eleganza e di rispetto per le linee dell’abito che si indossa. Qualità e non quantità, tanto per chiarire. Non giova di certo riempirle con un’infinita serie di cianfrusaglie che alla fine si rivelano come inutili occupanti di uno spazio pensato per l’indispensabile.

Le chiavi, ad esempio, meglio portarle in un elegante astuccio che attaccarle con soluzioni a dir poco orrende ai passanti dei pantaloni. Magari lasciatele in custodia nella borsetta della signora che state portando a cena. La regola vale sia per le tasche della giacca che dei pantaloni e naturalmente del soprabito.

C’è poi l’onnipresente penna che va riposta nella tasca interna della giacca e naturalmente dovrà essere sfoderata ogni volta che si voglia scrivere un numero telefonico aggiuntivo al proprio biglietto da visita. No alla penna a biro di plastica, decisamente più elegante una  stilografica.

Passiamo agli occhiali da sole o da vista. Naturalmente quelli da sole vanno indossati solo in presenza del sole, scordatevi di utilizzarli tipo Blues Brothers. Quelli da vista, se non indossati di continuo, vanno riposti nella tasca interna della giacca, magari dal lato opposto della penna per evitare graffi. E poi c’è tutto il kit portafogli, portadocumenti, carte di credito, va ridotto all’osso e conservato anche questo in una tasca interna. Mai e poi mai nella tasca posteriore dei pantaloni a mò di guscio di tartaruga.

Cellulari, smartphone e tutti i dispositivi multimediali che vi portate dietro, cercate di scegliere modelli sottili che possano essere riposti nelle tasche interne e non vi azzardate ad attaccarli alla cintura tipo calibro 9. Infine i fazzoletti, in stoffa, sono due. Dovranno essere entrambi bianchi, uno per le vostre necessità ed uno sempre pulito da offrire ad una signora in caso di bisogno. E naturalmente le mani in tasca mai. All’inizio del secolo gli uomini davvero eleganti si facevano cucire le tasche per non cadere nella tentazione.

Leave A Comment

Your email address will not be published.